11 luglio 2020
Aggiornato 01:00
Un decalogo per comportamenti corretti in stazione e sui treni

Le regole per viaggi responsabili e sicuri in treno

Campagna informativa per i clienti. 3.500 locandine e 600mila depliant in tutte le stazioni

«Un viaggio sicuro parte da te» è lo slogan della nuova campagna informativa promossa da Ferrovie dello Stato. L’obiettivo ricordare ai clienti le regole da rispettare e indicare i comportamenti corretti per muoversi in piena tranquillità in treno e negli ambienti ferroviari.

Se da un lato l’eccellenza tecnologica tutta italiana e dall’altro gli elevati standard di sicurezza pongono le Ferrovie dello Stato tra le più sicure in Europa (come certificato dall’UIC) ai vertici in termini di safety la reciproca collaborazione fra cliente e azienda aiuta ad incrementare la cultura della sicurezza per sé e per gli altri viaggiatori. Viaggiare in treno - il mezzo di trasporto comunque più sicuro - richiede anche attenzioni particolari per non incorrere in spiacevoli disagi. Una semplice imprudenza può comportare grossi rischi e mettere a repentaglio la propria incolumità o quella degli altri viaggiatori.

Ecco quindi un pratico vademecum che raccoglie alcune delle più importanti regole da osservare quando si va in stazione e si sale o si scende da un treno. Suggerimenti dettati dal buon senso e regole che tutelano da pericoli anche gravi. Regole molte volte disattese o sottovalutate proprio perché apparentemente «scontate».
Quindi è bene sapere che non si deve salire su un treno in movimento o aiutare un ritardatario che cerca di farlo; mai scendere prima che il convoglio sia fermo in stazione; verificare sempre di essere dalla parte giusta del marciapiede; non transitare tra i binari o nelle zone non consentite: trovarsi nella sede ferroviaria riservata ai soli addetti è pericolosissimo. E ancora, non oltrepassare la linea gialla che sul marciapiede segnala la distanza di sicurezza, distratti magari dal telefonino o dai riproduttori musicali; attenzione poi a bagagli, zaini o capi d’abbigliamento: sciolti potrebbero essere «artigliati» da un treno in transito. Non sostare nei passaggi intercomunicanti tra un vagone e l’altro, dove è difficile mantenere l’equilibrio, né appoggiarsi alle porte.

Prudenza e senso civico, inoltre, suggeriscono di non sporgersi né gettare oggetti dai finestrini (sui treni dove si possono aprire) e di sistemare i propri bagagli in modo da non intralciare il passaggio nei corridoi. Un attento ascolto degli annunci, a bordo o in stazione, è importante infine per evitare di trovarsi in situazioni a rischio.
600mila depliant e 3.500 locandine con queste utili avvertenze distributi su tutta la rete ferroviaria. Annunci sonori in stazione e sui treni ricordano le regole di comportamento. I messaggi sulla sicurezza del viaggiatore sono diffusi anche nei notiziari di Infomobilità, in onda sulle frequenze di Isoradio e su network di emittenti locali collegate e sulle pagine «Gli amici del treno» pubblicate dalle principali testate free-press.