22 ottobre 2019
Aggiornato 19:00
Incontro stamani sul nuovo aeroporto di Viterbo

Aeroporto Viterbo: Matteoli incontra Marrazzo, Mazzoli e Marini

A settembre s’insedia cabina di regia per dare avio a procedura realizzazione nuovo scalo

Incontro stamani sul nuovo aeroporto di Viterbo tra il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, il presidente della Regione Lazio, Piero Marrazzo, il presidente della Provincia di Viterbo, Alessandro Mazzoli, il sindaco di Viterbo, Giulio Marini. Ha partecipato anche il presidente dell’Enac, Vito Riggio.

Per dare avvio ad una procedura concreta per la realizzazione del nuovo scalo, Matteoli ha proposto l’istituzione di una cabina di regia, l’identificazione di un cronoprogramma dell’iniziativa, la definizione di un quadro ‘Fonti impieghi’ ed un modello di affidamento della concessione per la gestione del nuovo impianto aeroportuale, ed, infine, l’inserimento della costruzione dell’aeroporto di Viterbo nell’atto aggiuntivo all’Intesa Generale Quadro che il governo ha intenzione di sottoscrivere con la Regione Lazio.

Questo percorso è stato pienamente condiviso da Marrazzo, Mazzoli e Marini che hanno sottolineato la necessità di procedere il più rapidamente possibile anche per rispondere alle esigenze del territorio.

Della cabina di regia faranno parte i Ministri delle Infrastrutture e Trasporti, dell’Ambiente, della Difesa, la Regione Lazio, la Provincia ed il Comune di Viterbo, l’Enac, l’Enav, Anas e Fs. Riguardo al ‘cronoprogramma’ per realizzare il nuovo impianto si è ritenuto necessario far emergere gli impegni temporali entro cui sarà possibile disporre del previsto ‘master plan’ e quindi l’identificazione della possibile data per la Conferenza dei Servizi e per la verifica dell’impatto ambientale. Relativamente al quadro ‘Fonti impieghi’, si è convenuto che esso contenga sia le opere strettamente legate alla realizzazione dell’impianto, sia quelle essenziali per l’interazione tra l’aeroporto e l’intera realtà regionale e metropolitana. In tal modo, sarà possibile inserire nell’atto aggiuntivo all’Intesa Generale Quadro, prevista dalla Legge Obiettivo, anche il nuovo aeroporto di Viterbo. In merito, poi, al modello di affidamento della gestione del nuovo scalo, si è stabilito di verificare nel dettaglio la piena rispondenza con le direttive comunitarie. La cabina di regia sarà insediata a settembre.