21 ottobre 2021
Aggiornato 23:30
Il forum che dovrebbe dare più voce in capitolo ai pendolari sembra partito con il piede sbagliato

Pendolari, Cavallera: «La Regione dia loro piu voce in capitolo»

«Non solo comitati formali»

Il forum che dovrebbe dare più voce in capitolo ai pendolari sembra partito con il piede sbagliato, vista l’assenza di molte associazioni pendolari all’incontro organizzato in Regione. «L’assessorato avrebbe potuto convocare la seduta in un orario serale o pre serale – afferma il consigliere regionale di Forza Italia Ugo Cavallera - oppure in un giorno non lavorativo, in modo da dare a tutti i pendolari la stessa opportunità di partecipazione alla riunione, anche a quelli che viaggiano su tratte interregionali o locali più distanti e decentrate.

Altrimenti il rischio è che, proprio nella fase delicata e importante di costituzione del forum, in cui si tracciano le linee di coordinamento generale, si registri la quasi totale assenza della rappresentanza collegiale dei pendolari, proprio coloro che meglio di tutti conoscono le reali condizioni in cui versa il trasporto ferroviario regionale».

Il consigliere azzurro ha inoltre espresso perplessità sul sistema dell’unico forum regionale dei pendolari come soluzione definitiva al problema, dato che le numerose e specifiche difficoltà locali potrebbero rendere necessaria l’organizzazione di riunioni decentrate e capillari.
«Non è infine da dimenticare – conclude Cavallera – il nodo del rinnovo del contratto di servizio con Trenitalia. Si tratta di una questione chiave, che non tocca solo le competenze del governo nazionale, ma anche quelle della Regione. In base infatti alle risorse stanziate a livello centrale la Regione dovrà valutare in fase di assestamento di bilancio l’eventuale necessità di prevedere finanziamenti ad hoc per fronteggiare le carenze più gravi, ormai da tempo segnalate dagli utenti del trasporto su rotaia».