21 ottobre 2021
Aggiornato 23:00
Il bilancio sociale 2006 della Regione del Veneto è on line

Bilancio sociale 2006 del Veneto

Ampliate le macro aree di rendicontazione e dedicato per la prima volta un focus alle pari opportunità

Il bilancio sociale 2006 della Regione del Veneto è on line. Un appuntamento ormai tradizionale. Il Veneto è l’unica regione italiana a produrre e a rendere disponibili in modo continuativo i dati del bilancio sociale, senza che nessuna legge dello Stato lo imponga. Il documento è uno strumento in grado di proporre e di comunicare, in un quadro sintetico e chiaro, le attività, le performance e i risultati raggiunti, è molto più di un semplice testo informativo, rappresenta un mezzo moderno di dialogo tra i cittadini e la pubblica amministrazione. Soprattutto è una scelta di trasparenza e un obiettivo di coerenza.

L’attenzione al cittadino, alla comprensione dei meccanismi e del funzionamento della macchina regionale, concepita come una realtà vicina ai veneti nell’arco dell’intera giornata, è stata fondamentale nelle quattro edizioni del bilancio sociale finora realizzate, tanto da pubblicare in ciascuna edizione, accanto al documento istituzionale, una versione divulgativa, distribuita su vasta scala, contenente i numeri e i risultati più significativi. La Regione del Veneto ha, per altro, avviato un importante progetto di e-democracy fortemente orientato al cittadino: il portale riservato alle tematiche e alle buone pratiche di bilancio sociale http://e-laborando.regione.veneto.it è stato già premiato con il Leone dell’innovazione e della qualità alla Fiera Dire&Fare nel Nordest a Rovigo. Le novità del Bilancio Sociale, edizione 2006, sono rappresentate da un lato dall’ampliamento delle macro aree di rendicontazione, dall’altro dal focus dedicato alle pari opportunità. La Regione del Veneto ha stanziato per le quattro macro aree (territorio ambiente e infrastrutture, sviluppo economico, assetto istituzionale e governance) 9.545 milioni di euro.

Per la prima volta sono state analizzate le risorse destinate alla sanità che rappresentano un valore di 6.887 milioni di euro: capitale umano, welfare sociale e sanità si confermano i capisaldi delle politiche direttamente destinate alla popolazione. Le altre macro aree di rendicontazione descrivono interventi (il 55 per cento del bilancio veneto) per il sistema ferroviario metropolitano regionale, per la viabilità delle sette province, per la salvaguardia di Venezia, per il ciclo integrato delle acque e per il sistema economico. Infine, il focus dedicato alle pari opportunità contiene un approfondimento trasversale sulle azioni e sulle progettualità finalizzate a rimuovere le discriminazioni legate alle differenze e al tempo stesso a promuovere progetti di piena realizzazione della persona in ambito lavorativo, sociale e culturale. A chiudere il bilancio sociale sono i punti di vista di alcune donne venete, voci e testimonianze «in presa diretta» sulle prospettive della parità di genere e sulle pari opportunità per tutti, valore essenziale in quanto diritto umano fondamentale.