16 ottobre 2021
Aggiornato 04:30

Giovani oriundi studiano l’agroalimentare Veneto

Un gruppo di giovani oriundi veneti provenienti dal Sud America, in Veneto per partecipare ad un progetto formativo agroalimentare

L’Assessore alle Politiche dei Flussi Migratori della Regione del Veneto, Oscar De Bona, ha ricevuto oggi a Venezia, nella sede di Palazzo Balbi, un gruppo di giovani oriundi veneti provenienti dal Sud America, in Veneto per partecipare ad un progetto formativo agroalimentare.

Organizzato dall’Associazione Veronesi nel Mondo con il supporto finanziario della Regione e il contributo del Comune e della Fiera di Verona, è rivolto a giovani occupati nel loro paese nel settore agroalimentare. L’esperienza consentirà di conoscere la realtà veneta in diversi aspetti, dalla zootecnia, all’agroalimentare, all’agriturismo, all’agricoltura biologica, non trascurando gli aspetti aziendali e del marketing.

Oltre alle lezioni in aula, il corso prevede alcuni stage, visite in aziende e visite turistico-culturali, il tutto per fare di questi giovani gli ambasciatori della realtà agricola del Veneto. Nel salutare i corsisti, l’Assessore De Bona li ha voluti ringraziare per la loro presenza nella nostra regione e per l’aver voluto partecipare a questa iniziativa, segno che il legame con la terra di origine dei loro genitori o nonni è ancora vivo. A questo proposito De Bona ha ribadito che «come veneti dobbiamo guardare a questa realtà con molta attenzione, perché rappresenta una solida e concreta opportunità per la nostra economia. Ci sono aziende – ha precisato – che operano in Italia, che non hanno delocalizzato la loro produzione e che in sud America continuano a trovare uno sbocco di mercato fiorente. Voi – ha concluso rivolgendosi ai ragazzi –per il vostro paese rappresentate il futuro, per noi degli interlocutori privilegiati»