30 novembre 2021
Aggiornato 08:00
E-commerce

Angelico raddoppia le vendite dello shop online e apre alla Cina

2014 anno di svolta per il retail: +7% di fatturato per i negozi, si punta all'estero e al mercato under 30.

BIELLA - Il 2014 è stato l'anno dell'espansione internazionale per il retail firmato Angelico. Le collezioni dell'azienda biellese hanno raggiunto mercati inediti grazie ad una doppia strategia: nuovi flaghip store, e un sito internet - www.angelico.it - con uno shop on-line in cui scegliere tra 400 diversi articoli studiati per il total-look maschile.

«L’e-commerce - commenta Alberto Angelico, amministratore dell’azienda - ci ha offerto da subito la possibilità di essere presenti virtualmente in tutta Italia e di esordire in contemporanea in molti mercati esteri. E’ una prospettiva molto interessante per un prodotto come il nostro, che garantisce materie prime di qualità, il controllo diretto di molte fasi produttive, il costante riassortimento delle collezioni e un rapporto qualità/prezzo estremamente favorevole». La strada del mercato virtuale, intrapresa nel 2013, ha dato subito buoni frutti: in primis ha reso possibile posizionare i prodotti Angelico su molti mercati esteri, anche e sopratutto in quelli non coperti dalla presenza di negozi monomarca, inoltre ha catturato l'attenzione dei più giovani, gli under 30 si sono infatti progressivamente avvicinati alle collezioni Angelico, che nelle ultime stagioni hanno ampliato la scelta stilistica all'elegante informale e al casual. Risultato: il fatturato in arrivo dal web nel 2014 è raddoppiato.

In parallelo cresce l'influenza del brand sui mercati stranieri, le collezioni dell'azienda biellese si identificano sempre più con l'ideale di italian style. Nel corso dell'anno sono stati inaugurati i primi 2 flagship store, in altrettanti mall, a Dubai, Emirati Arabi, e Al Khobar, Arabia Saudita, che fanno parte di un piano di sviluppo in Medio Oriente nei prossimi 3 anni.  Ha iniziato la sua attività anche il monomarca nel centro di Vilnius, in Lituania, e hanno aperto i primi due flagship in Cina, a Macao e Guangzhou (già Canton). E sulla Cina Angelico si riserva di scoprire tutte le sue carte a breve, ufficializzando un vasto piano di sviluppo comprendente monomarca e corner in partnership con un primario gruppo cinese che opera da anni con altri importanti brand della moda e gestisce una rete capillare di punti vendita in tutto il Paese.

Punti fermi del successo di Angelico, che chiude il 2014 con un +7% complessivo del fatturato derivante dai negozi, restano la qualità del prodotto e la cura stilista e manifatturiera.