19 luglio 2024
Aggiornato 02:30
6 gennaio alle 10.30

Iacop a S.Messa Tallero a Gemona con presidenti CR Umbria e Abruzzo

Presenza di grande significato ai riti epifanici della tradizione nella cittadina capitale del terremoto del Friuli di 40 anni fa che quest'anno sono dedicati alla solidarietà con le popolazioni colpite dal terremoto

UDINE - Il presidente del Consiglio regionale Franco Iacop il 6 gennaio parteciperà alle 10.30, alla celebrazione, nel Duomo di Gemona, della Santa Messa del Tallero, assieme ai presidenti del Consiglio regionale dell'Abruzzo,
Giuseppe Di Pangrazio, e dell'Assemblea legislativa dell'Umbria, Donatella Porzi. Con loro anche alcuni sindaci delle zone terremotate delle due regioni, tra i quali i primi cittadini di Amatrice, Sergio Pirozzi, di Norcia, Nicola Alemanno.
Una presenza di grande significato, ai riti epifanici della tradizione nella cittadina capitale del terremoto del Friuli di
40 anni fa e che quest'anno sono dedicati alla solidarietà con le popolazioni colpite dal terremoto.

Dopo un incontro alle 9.15 nel Palazzo comunale gemonese e il ritrovo sotto la Loggia di Palazzo Boton, sede del Municipio, un corteo, secondo l'antica cerimonia, si snoderà lungo la via Bini fino al Duomo di Santa Maria Assunta. Qui il sindaco, persona-simbolo del potere temporale, dona il 'Tallero d'argento' al celebrante, rappresentante del potere spirituale della cittadina, in segno di collaborazione tra i due poteri per il bene della collettività.

Ma gli appuntamenti in occasione delle celebrazioni storiche di questa Epifania della solidarietà, iniziate già dalla vigilia con la visita al Duomo e al Museo del terremoto a Venzone, proseguiranno con la visita alla città di Cividale e la partecipazione all'accensione dei fuochi epifanici a Tarcento, in un percorso non solo all'interno della tradizione ma anche di un territorio a suo tempo profondamente segnato dal sisma e, in seguito, da una straordinaria esperienza di ricostruzione e rinascita, e di cui offre solidale testimonianza.