23 gennaio 2020
Aggiornato 23:30
Lo «sfogo» del direttore generale della Luiss

Celli:«Figlio mio, lascia questo Paese»

Lettera a Repubblica: «Avremmo voluto che l'Italia fosse diversa e abbiamo fallito. Chi sbaglia non paga. E ti pagheranno...»