Le due nuove single origin Lavazza

Frutti esotici e ciliege cioccolatate: da Torino alle Ande alla scoperta del caffè con le nuove selezioni Lavazza

Il viaggio inizia dalla tazzina e può finire in Perù o in Brasile, catturati da un caffè che profuma di fiori e frutta esotica o in alternativa di miele e cioccolato. Lavazza lancia Cereja Passita e Selva Alta

TORINO - Il viaggio inizia dalla tazzina e può finire in Perù o in Brasile, catturati da un caffè che profuma di fiori e frutta esotica o in alternativa di miele e cioccolato. Lavazza punta su due single origin, Cereja Passita e Selva Alta, per conquistare una platea di consumatori sempre più sofisticata.

Due nuove selezioni 100% arabica
Queste due selezioni 100% arabica, infatti, arrivano il primo da una piccola regione dell'altopiano del Cerrado in Brasile, e il secondo dalle pendici delle Ande peruviane e racchiudono in sè un mondo, come ci racconta Carlo Colpo, capo dell'advertising e dei media di Lavazza. "La single origin racchiude una quantità ampia di valori si va dalla sostenibilità all'autenticià, alla storia delle origini del caffè; è un immaginario articolato che è necessario raccontare attraverso una storia più complessa e ricca".

Un viaggio di ritorno alle radici del caffè
Per raccontare questo viaggio, in quattro episodi, è stato scelto l'esploratore Alex Bellini, protagonista di un ritorno alle radici del caffè, da Torino fino al Brasile e al Perù. E' una sorta di similitudine quella che si crea tra Bellini e i nuovi esploratori del gusto a cui le due single origin si rivolgono: "Single origin parla a una fascia premium del mercato roast&ground. Sicuramente essendo così ricco il messaggio il target è interessato allo scoprire di più del caffè e del cibo in generale , è un target curioso, appassionato di cibo e delle storie che stanno dietro il cibo e le culture da cui proviene".

Riscoprire il rito della preparazione del caffè
La nuova offerta Roast&Ground di Lavazza è una risposta alla riscoperta del rito di preparazione del caffè, un rito lento come quello con la moka preferita dal 62% degli italiani che si fanno il caffè a casa. Ma la moka non è l'unico metodo: "In Italia la moka sta vivendo una nuova giovinezza, c'è una riscoperta di nuovi strumenti come la chemex che sono preparazioni slow per cui c'è una dimensione di relax nel vivere il momento del caffè che passa attraverso questi strumenti".

Frutti esotici e ciliege cioccolatate
Metodi diversi di preparare il caffè ai quali le due single origin si prestano in modo alternativo come ci spiega Andrea Mazza, del training center Lavazza di Torino: "Selva Alta è un caffè peruviano che nasce in foreste particolarmente ricche di frutti che si presta bene alla chemex o al v60. Cereja Passita invece è una raccolta tardiva di ciliege sugli alberi con note cioccolatate e di miele che si presta all'utilizzo con la moka".