26 novembre 2020
Aggiornato 13:00
Beverage

Come nasce il Tè Bianco biologico? Una lavorazione antica che arriva dalla Cina

ll tè Bianco biologico ha tantissimi benefici, ma come viene lavorato? Il metodo tramandato negli anni che adotta anche l’azienda Cupper è semplice e permette al tè di mantenere tutte le sue caratteristiche

Tè Bianco biologico Cupper
Tè Bianco biologico Cupper Ufficio Stampa

Esistono tantissime tipologie di tè, una delle più delicate (ma anche più ricercate) è il tè bianco! La storia delle sue origini è antichissima, ma sicuramente nasce in Cina, dove il rispetto per questo prodotto e per la materia prima non è andato dimenticato. Perché si chiama tè bianco, quali sono i metodi della lavorazione e infine, tutto quello che si dice su caratteristiche, gusto e benefici, è vero?

Storia e caratteristiche del tè bianco

Questa tipologia di infuso viene definito tè bianco per un motivo ben preciso: si ottiene infatti dalla Camellia Sinensis, pianta dalle gemme protette da una leggera peluria candida che le conferisce il tipico colore dal quale deriva il nome.

Nonostante non sia nota la data esatta della scoperta di questo tè, è tuttavia certa l’origine cinese, casa e santuario della stragrande maggioranza degli infusi dall’alba dei tempi.

Il tè bianco biologico viene prodotto in 18 regioni e viene raccolto tra aprile e maggio, ma il migliore arriva dai giardini a circa 1800 metri sopra il livello del mare, dove le foglie e i germogli crescono lentamente grazie al clima mite e umido. Le produzioni più famose (e più costose) arrivano infatti dalle montagne Wuyi nello Fujian.

Perché è così ricercato? Non solo per il suo caratteristico gusto dolce e delicato, ma anche per le sue proprietà. Contiene una maggiore concentrazione di polifenoli rispetto agli altri tè, per questo ha forti qualità antiossidanti, contrasta i radicali liberi e aiuta a rafforzare il sistema immunitario grazie alla presenza importante (e forse inaspettata) di Vitamina C.

Come viene lavorato il tè bianco biologico

La preparazione del tè bianco biologico di Cupper Teas segue fedelmente la tradizione cinese, la varietà scelta arriva interamente dall’Oriente e, più precisamente, dal sud della Cina. La particolarità sta nella semplicità di questa preparazione che non prevede fermentazioni o utilizzo di tecniche invasive nella lavorazione, fino ad arrivare al prodotto finito.

Dopo la raccolta dei germogli di tè bianco, vengono lasciati appassire senza l’uso di calore diretto. Dopo l’appassimento, rigorosamente all’aria, per prevenire l’ossidazione e mantenere il colore chiaro delle foglie, vengono asciugate e trattate con il calore. A questo punto sono pronte per essere imbustate e diventare la vostra meritata coccola di relax.