13 dicembre 2019
Aggiornato 08:00

Dove andare a dicembre: i mercatini di Natale del mondo da visitare

Dicembre è il mese dei mercatini di Natale ma non solo, è anche il mese perfetto per visitare mercati unici sparsi per il mondo

Bangkok
Bangkok Ufficio Stampa

Dicembre è il mese dei mercatini di Natale e degli acquisti dedicati ai propri cari. Per riempire i piedi dell’albero, però, non esistono solo i mercatini fatti di lucine e decorazioni natalizie che animano le città italiane ed europee fino alla fine dell’anno, ma anche tanti mercati sparsi per il globo e che sono unici nel loro genere.
Per chi è alla ricerca di luoghi insoliti e affascinanti dove fare acquisti, Volagratis.com propone 5 mercati del mondo nei quali immergersi per assaporare la cultura, la gastronomia e l’artigianato locale: da Londra a Città del Messico, passando per Marrakech e Bangkok fino a Melbourne, nell’Emisfero Australe.

Melbourne
Melbourne (Press Play)

Queen Victoria Market, Melbourne

Con una superficie di 70mila mq, il Queen Victoria Market di Melbourne è il più grande mercato all’aperto dell’emisfero australe. Nato negli anni ’60 del 1800, il Vic Market o Queen Vic, come è chiamato dagli abitanti della città, propone tantissimi prodotti diversi, dalla carne al pesce fresco, passando per formaggi, frutta, verdura, oggetti di uso quotidiano, artigianato e gioielli, in diverse hall perfettamente organizzate. L’area esterna è dedicata a locali che offrono piatti di ogni tipo e la sera la zona si anima con spettacoli live e di varietà, soprattutto a dicembre, quando in Australia le temperature si alzano e si dà il benvenuto all’estate.

Città del Messico
Città del Messico (Press Play)

La Merced, Città del Messico

Il mercato La Merced di Città del Messico è uno dei cuori commerciali della capitale, con generi alimentari di ogni tipo, spezie e grandi cesti ricolmi di frutta e verdura fresca. Camminare per le bancarelle permette di scoprire la cultura locale, di immergersi nelle atmosfere colorate e accoglienti di questa città del Centro America. La Merced è famoso in particolare per le piñatas, le pentolacce solitamente ricolme di dolcetti tipiche della tradizione messicana. Se ne possono trovare di tutti i tipi e, anche se oggi vengono usate principalmente come intrattenimento durante le feste di compleanno, si dice che colpirle allontani gli spiriti maligni. Tentar non nuoce.

Marrakech
Marrakech (Press Play)

Jemaa el-Fnaa, Marrakech

Il mercato di Jamaa el-Fnaa prende il nome dalla piazza che lo ospita e attorno alla quale sorge la medina di Marrakech, in Marocco. Da mattina a sera, l’ampio spazio nel cuore della città è ricco di bancarelle e venditori che propongono spezie, tessuti, datteri, frutta e altri generi alimentari, ma anche di musicisti, incantatori di serpenti, chiromanti, cantastorie, ammaestratori di scimmie o persone che decorano mani e braccia con l’henné. Camminare tra i banchi di Jamaa el-Fnaa è un’immersione totale nella cultura marocchina più autentica, un’esperienza che è Patrimonio Immateriale dell’umanità UNESCO dal 2008.

Bangkok
Bangkok (Press Play)

Water Market, Bangkok

Bangkok è famosa per i suoi mercati galleggianti: oltre 15 realtà, sparse per la città e nei dintorni, che sono teatro di scambi e commerci quasi unici nel loro genere. Non ci sono strade dove passeggiare, ma canali e fiumi lungo i quali canoe e piccole imbarcazioni sostituiscono le classiche bancarelle avvicinandosi alle palafitte e alla terraferma per le compravendite di generi alimentari di ogni tipo, dalla frutta al pesce fresco, molti dei quali introvabili in altre zone del mondo. Tra i mercati più famosi ci sono quelli di Bang Nam Pheung e di Damnoen Saduak, uno dei più frequentati e colorati di tutta la capitale della Thailandia.

Londra
Londra (Press Play)

Camden Lock Market, Londra

Camden Town è l’anima alternativa di Londra: uno dei cuori commerciali della capitale inglese e teatro di esibizioni live e palcoscenico della musica internazionale e indie. Nato negli anni Settanta a ridosso del Regent’s Canal e della chiusa (lock) che gli dà il nome, il Camden Lock Market è diventato nel corso del tempo un vero e proprio progetto di riqualificazione territoriale, con un’area interamente dedicata al cibo proveniente da ogni parte del mondo, spazi per artigiani ospitati all’interno delle antiche stalle londinesi e piccoli banchi dell’usato dove curiosare alla ricerca delle migliori occasioni.

E per chi non vuole rinunciare all’atmosfera natalizia, Volagratis.com consiglia anche 5 mercatini di Natale da scoprire a dicembre per vivere il periodo più magico dell’anno secondo la tradizione.

Merano
Merano (Press Play)

Merano, Italia

I mercatini di Natale di Merano (Meraner Weihnacht), che animano il centro dalla fine di novembre fino all’epifania, sono tra i più famosi del Trentino-Alto Adige: in città viene costruito anche un Villaggio Natalizio Storico per rievocare l’ambientazione del «Natale di un tempo», con prodotti artigianali, punti ristoro dove assaggiare bevande e cibi tipici di quest’area delle Alpi e intrattenimento con musica tradizionale, bande e cori, e pista sul ghiaccio

Strasburgo
Strasburgo (Press Play)

Strasburgo, Francia

Il Christkindelsmärik di Strasburgo, dal 24 novembre al 24 dicembre, ricrea per le strade della città la più tipica atmosfera alsaziana di fine anno, in un mix di tradizioni tedesche e francesi, proprio ai piedi dell’imponente Cattedrale. Pare che il «Mercato di Gesù Bambino» sia un appuntamento imperdibile dal 1570. Un motivo in più per visitare Strasburgo a dicembre? Si dice che l’Alsazia sia la patria dell’albero di Natale così come lo conosciamo oggi, addobbato con fiori di carta, luci e dolci.

Norimberga
Norimberga (Press Play)

Norimberga, Germania

I mercatini di Natale di Norimberga sono tra i più famosi d’Europa, con una tradizione lunghissima alle spalle e appuntamenti che richiamano persone da tutta la Germania, ma non solo. Si tengono dal venerdì del primo weekend dell’Avvento fino alla Vigilia di Natale e vengono inaugurati con musiche e canti intonati dall’alto del portico del coro della Chiesa di Nostra Signora, nel cuore della città. I mercatini sono l’occasione perfetta per portare a casa addobbi insoliti, decorazioni per l’albero di Natale, i classici omini bavaresi fatti di prugne secche e stoffa, chiamati Zwetschgenmännle, o i famosi dolcetti tipici della città, i Lebkuchen, preparati con frutta secca, agrumi, spezie, uova, farina, miele, zucchero e marzapane.

(Press Play)

Bruges, Belgio

Cuore delle Fiandre Occidentali, Bruges è la piccola Venezia del nord ricca di canali sui quali si affacciano case a graticcio dai tetti spioventi. I suoi mercatini di Natale riempiono il centro storico dal 22 novembre al 5 gennaio partendo da Grote Markt, dove il campanile si illumina a festa e viene allestita la pista sul ghiaccio. In piazza e nelle vie del centro storico piccoli chalet in legno propongono artigianato locale, vin brulé, birre locali e cioccolato, ma anche gli speculoos, i tradizionali biscotti speziati tipici del Belgio che, per l’occasione, prendono la forma di tanti piccoli Babbo Natale, e il Bûche de Noël, un tronchetto di pan di Spagna, rum e crema tipico di questo periodo dell’anno.

Stoccolma
Stoccolma (Press Play)

Stoccolma, Svezia

Stoccolma è una delle capitali dei mercatini di Natale, con tanti eventi sparsi per tutta la città organizzati per celebrare il periodo più magico dell’anno. L’appuntamento storico è quello di Gamla Stan, che nato nel 1837 è il più antico mercatino natalizio del paese ed è perfetto per chi cerca nuove decorazioni per l’albero, caramelle di ogni tipo e piatti tipici. Il mercatino di Skansen, invece, ha oltre 100 anni di storia ed è caratterizzato da mostre ed esposizioni che permettono di scoprire le antiche tradizioni svedesi.