24 giugno 2017
Aggiornato 15:30
Cronaca

Massacra di botte la moglie perché convinto di averla vista in un film porno: arrestato un uomo a Roma

Un uomo convinto che la moglie avesse partecipato a un film porno, prima costringe il figlio di 13 anni a vedere le immagini incriminate per convincerlo che vi fosse ripresa la madre e poi si scatena contro la moglie riempiendola di botte. Arrestato

Porno, un uomo picchia la moglie perché crede abbia posato per un film
Porno, un uomo picchia la moglie perché crede abbia posato per un film (nito | shutterstock.com)

ROMA – Era più che convinto che quella donna ripresa a fare sesso in un film a luci rosse fosse la moglie. Così un uomo romeno, residente a Roma, ha prima costretto il figlio minorenne (di 13 anni) a guardare le immagini hard per convincerlo che quella ripresa nel film porno fosse la madre, poi ha ripetutamente picchiato la donna per ‘punirla’.

Una furia
L’uomo di 39 anni arrestato a Roma per maltrattamenti era in preda alla furia per quello che riteneva un affronto. La moglie, insieme alla figlia minore sono fuggite terrorizzate da casa. Precipitatesi in strada in pigiama, hanno poi trovato riparo in un negozio. Da qui hanno chiamato la polizia, la quale è poi giunta sul luogo. Poco dopo l’uomo è stato trovato e condotto in commissariato.

Una gelosia accecante
Pare che l’uomo non fosse nuovo a episodi del genere. Le sue manifestazioni di gelosia erano piuttosto pesanti, tanto che la moglie non poteva avere amicizie maschili ed era controllata continuamente al telefono, riporta Il Messaggero. In casa ormai vigeva un clima di terrore, cui dovevano sottostare non solo la moglie ma anche i figli. Le violenze pare fossero ormai all’ordine del giorno. Infine, l’ultimo episodio culminato con l’arresto dell’uomo e, probabilmente, con un sospiro di sollievo da parte della moglie e dei figli.