23 ottobre 2019
Aggiornato 20:30
Il lavoro della casalinga

Incidenti casalinghi: i rimedi da tenere sempre con sé

Rimedi naturali e non da tenere nell’armadietto del pronto soccorso

Incidenti casalinghi
Incidenti casalinghi Shutterstock

Le casalinghe passano ore e ore in casa: cucinano, stirano, puliscono e magari si prendono anche cura del proprio giardino. Per quanto impegno e attenzione ci si metta a tutto ciò – che può essere considerato un vero e proprio lavoro – spesso capitano piccoli incidenti domestici. Ferite, scottature o contusioni vanno prese in tempo e curate il prima possibile. È importante, quindi, tenere a disposizione alcuni semplici rimedi naturali che possono servire in caso di emergenza. 

Contro le scottature
Piccole ustioni e scottature non sono affatto rare tra le casalinghe. Una pentola presa male, un ferro da stiro che striscia per errore sulla pelle o una presina che ormai non fa più il suo lavoro. Qualunque sia il motivo, il primo passo da compiere è quello di mettere immediatamente la parte lesa sotto l’acqua freddissima e tenerla alcuni minuti. Quindi, si asciuga la pelle tamponandola con un asciugamano morbido e si applica una miscela a base di gel di aloe e olio essenziale di lavanda. Se si ha a disposizione si può potenziare l’effetto con una piccola quantità di ossido di zinco. L’applicazione va ripetuta ogni ora per evitare la formazione delle classiche vescicole.

In caso di ferite
Se ci si è procurata una piccola ferita con un coltello o un altro attrezzo, ricordiamo sempre che il cotone non va mai applicato direttamente sulla cute, specie se non è sufficientemente bagnato. Alcuni residui, infatti, potrebbero penetrare all’interno aumentando il rischio di infezioni. Il miglior disinfettante, preventivo, anche del tetano, resta l’acqua ossigenata che va spruzzata aprendo lievemente la ferita. Per migliorare la cicatrizzazione si può versare qualche goccia di olio essenziale di lavanda, a ferita asciutta. Quando sarà chiusa e ben pulita, si può applicare una crema alla consolida per consentire una riparazione tissutale più veloce. Evitiamo l’utilizzo di garze e cerotti se il sanguinamento non è eccessivo o se non c’è il rischio di contaminare la ferita. In questo modo guarirà più velocemente.

Per contusioni o ematomi
In caso di contusioni o ematomi, il rimedio di primo soccorso è quello di posizionare del ghiaccio (coperto da uno strofinaccio) sulla zona dolente. Si lascia in applicazione per una decina di minuti, quindi si esegue un lieve massaggio con una pomata all’arnica.

Distorsioni, dolori a muscoli o articolazioni
Se la botta non ha causato solo ematomi ma anche dolori muscolari o osteo-articolari, ci si può affidare a una crema a base di consolida, miscelata con alcune gocce di olio essenziale di maggiorana e incenso. Anche in questo caso l’applicazione va ripetuta ogni ora, fino a completa guarigione.