23 gennaio 2022
Aggiornato 15:00
X Factor

X Factor 9: eliminati in semifinale i Moseek

Ormai è fatta! I quattro finalisti dell'edizione 2015 di X Factor sono stati decretati. Ecco il meglio della semifinale

MILANO – I quattro finalisti di X Factor 9 sono stati decretati. A uscire, a un passo dalla finale, sono stati i Moseek finiti al ballottaggio con Enrica, la meno votata della prima manche dopo l'inedito.

Mika libero più che mai!
Anche in questo caso a decidere è stato il pubblico con il tilt. Ha stupito fino a un certo punto la scelta di Mika di votare a favore del gruppo della rossa Elisa, criticata in più occasioni dal cantante di origini libanesi soprattutto per i suoi limiti vocali. Fino a un certo punto perché, rimasto ormai senza concorrenti, Mika ieri sera si è sentito libero - per sua stessa ammissione - di poter dire un po' tutto ciò che gli passava per la testa. E, dopo aver ascoltato l'inedito dei Moseek, scritto e composto proprio da Elisa, ha ammesso di essere contento di averli visti arrivare fin lì.

I finalisti
In finale dunque andranno Giò Sada, Urban Strangers, Davide ed Enrica. Mai come quest'anno su almeno tre dei finalisti, Giò Sada, Davide e Urban Strangers, dubbi non ce ne sono stati sin dai provini. Gli stessi giudici, in più occasioni, hanno detto di vedere i due 25enni e il duo di Somma Vesuviana in finale. Le star della semifinale sono stati Lorenzo Fragola, trionfatore di XF8, che ha aperto la puntata con un medley di suoi successi, e Marco Mengoni, tornato sul palco che lo ha lanciato.

Gli inediti
Nella prima parte della semifinale i concorrenti hanno presentato i loro brani inediti, per lo più scritti e arrangiati da loro. Enrica ha cantato un brano, I found you, di Skin, che per la prima volta ha scritto per un'altra artista. Giò Sada ha presentato Il rimpianto di te, una ballata romantica che parla dell'amore per la sua terra. La terra con le sue regole è protagonista anche del brano di Davide, My soul trigger, scritto da Luca Chiaravalli e Chanty. Mentre gli Urban Strangers si sono esibiti con Runaway sulla gente che cambia.

I grandi successi radiofonici
Nella seconda parte della gara, i quattro concorrenti si sono esibiti su grandi hit radiofoniche degli ultimi 5 anni. Giò Sada ha scelto Best day of my life degli American Authors e, nonostante abbia avuto grossi problemi tecnici ha conquistato tutti. Davide si è esibito con un brano di The Weekend Can't feel my face, pezzo difficile secondo i giudici, il più bello del 2015 per Linus il quale ammette di aver sottovalutato il 25enne. Gli Urban Strangers hanno scelto Pompeii dei Bastille in chiave acustica. A loro arriva il miglior complimento di Linus: «Fossi un discografico, punterei su di loro. Sono quelli con il più ampio margine di crescita. Anche se l'inedito non mi ha convinto, la versione acustica di questo brano è stata davvero bella».