Moda

GEM, l'estro di Paolo Battaglia per una capsule collection pop e luccicante

Questa primavere brilleremo con GEM. La capsule collection di mini dress ideata da Paolo Battaglia ci stupisce con i suoi ricami a metà strada tra il gioco e l'alta gioielleria.

MILANO - Cultura pop, alta gioielleria, gusto borghese ed una spruzzata di cattivo gusto, punta in alto Paolo Battaglia con GEM, la sua capsule collection neonata fatta di abiti e top scintillanti.

SEMPLICITA' SCINTILLANTE - Gli abiti della capsule collection hanno silhouettes e strutture che rimandano agli studi di architettura di Paolo che, in aggiunta, è profondo conoscitore delle materie prime e della produzione della tradizione fashion italiana, essendo stato per anni all'interno di uffici stile prestigiosi come Max Mara, Iceberg, Blumarine e Missoni. Mood bon ton,linee pulite e minimal, preziosità ed al contempo divertimento; GEM ci inonda di messaggi d'amore, piccoli robot ricamati ed emoticons, il tutto creato con minuzia, maestria ed abilità sartoriale. Una sintesi di elementi opposti e spesso contrastanti che uniti tra di loro danno un risultato armonico e wearable a questi capi icona reinterpretati in chiave contemporanea ed emotiva da Paolo Battaglia.

GIOCARE E SOGNARE - Il buonumore è assicurato, Swarovski luccicanti, plexiglass, catene, nappine, su tessuti tecno couture dai colori basic come il nero o il blu oppure pastello come il giallo ed il rosa. E' il risultato sorprendente di GEM. Un mix di gesti che ci riporta ad un gioco d'infanzia e che sembra non aver mai smesso di far divertire Paolo Battaglia. Un progetto di ricerca stilistica che può far tornare la voglia di credere nei sogni che nel caso di GEM si sono concretizzati nello scintillio di questi «Little (black) Dress».