23 febbraio 2020
Aggiornato 21:30
Berlusconi sexy-gate | Caso Bonev

Bonev: «Berlusconi è sottomesso e manovrato da altri, in primis dalla Pascale»

Michelle Bonev torna sulla coppia di Arcore: «Prima di andare a Servizio Pubblico volevo parlare con Francesca e Silvio. Mi dispiace non abbiano voluto ascoltarmi»

ROMA - «Prima di andare a Servizio Pubblico volevo parlare con Francesca e Silvio e far capire loro che non possiamo andare avanti così. Che non si può dedicare il proprio tempo a intrighi di palazzo, depravazioni e ridicole messe in scena. Dopo una profonda analisi ho capito che era tutto sbagliato, volevo lo capissero anche loro. Mi dispiace non abbiano voluto ascoltarmi». Lo ha riferito l'attrice bulgara Michelle Bonev, protagonista delle rivelazioni circa una sua storia con Francesca Pascale e una sua relazione con Silvio Berlusconi.

BERLUSCONI RICATTATO - Alla coppia Pascale-Berlusconi Bonev, intervistata dal Corriere della Sera, ha spiegato che avrebbe voluto «dire che la verità libera da qualsiasi ricatto» ma d'altra parte «Silvio Berlusconi è ricattato da molte persone, in primis dalla sua fidanzata. Sì, l'uomo che decide ancora le sorti del nostro governo è un uomo sottomesso e manovrato da altri. Mi dispiace per Francesca perché vedo in lei me: anch'io ero disposta a tutto pur di arrivare. Avevo valori che poi ho calpestato nel nome di un sogno che è diventato un incubo».

VIVERE NELLA VERITÀ - «Io - ha detto ancora - ho fatto parte di quel sistema, e so quanto è pericoloso. Ti guardi intorno e vedi che così fan tutti. Sette mesi fa ho iniziato un percorso di autoanalisi che mi ha portato alla decisione di oggi: vivere nella verità. Ero fidanzata da cinque anni con un ricco industriale pratese, molto più grande di me - ha raccontato l'attrice bulgara - e stavo per sposarlo. Sarà che all'età di 17 anni sono stata abbandonata da mio padre, ma ho sempre cercato la sicurezza negli uomini con cui sono stata. Ma non ero mai felice. Ho deciso quindi di troncare con lui e rinunciare a tutti i benefici economici che avevo. Poi ho conosciuto Jacopo. Ci siamo subito innamorati, è un uomo integro».