14 giugno 2024
Aggiornato 19:30
Celebre casa di distribuzione britannica

HMV verso la chiusura

Lo storico gruppo «Hmv» (His Master's Voice), fondato 92 anni fa, non è riuscito a far fronte al crollo del mercato «fisico» dei dischi, cd e dvd di fronte alla concorrenza della distribuzione online e del download digitale

LONDRA - La celebre casa di distribuzione discografica britannica HMV entra in amministrazione controllata: a rischio sono oltre 4mila posti di lavoro. Lo storico gruppo «Hmv» (His Master's Voice), fondato 92 anni fa, non è riuscito a far fronte al crollo del mercato «fisico» dei dischi, cd e dvd di fronte alla concorrenza della distribuzione online e del download digitale.

«Il consiglio di amministrazione è costretto ad annunciare di non aver potuto raggiungere una posizione per poter continuare a lavorare al riparo dall'insolvibilità», indica un comunicato del gruppo. La procedura di amministrazione controllata consente a una società in difficoltà di farsi aiutare da un esperto finanziario indipendente per restare operativo. Il cda ha dato mandato alla società Deloitte di «continuare il commercio e contemporaneamente cercare un acquirente».

Il gruppo, che nel Regno Unito contra 230 punti vendita ed è presente anche in Irlanda, Hong Kong e Singapore, ha registrato lo scorso anno un crollo delle vendite del 13,5%: la quotazione dei suoi titoli in borsa è stata sospesa ieri.

Il primo negozio HMV ha aperto a Londra nel 1921. Apparteneva alla Gramophone Company, che lo dotò del suo marchio leggendario, il cane che ascolta un grammofono... la Voce del suo padrone. È entrato nella storia della musica nel 1962 con i Beatles che avevano firmato il contratto con la Emi, la casa discografica di proprietà di HMV fino al 1996.