23 ottobre 2019
Aggiornato 19:30
La cornice di piazzale Michelangelo a Firenze

Trl Awards, Laura Pausini regina tra i giovani

La manifestazione organizzata da MTV che premia i cantanti e le canzoni più popolari degli ultimi dodici mesi, a dominare la scena sono state le star emergenti. La cantante trionfa nella categoria Wonder woman

FIRENZE - La cornice di piazzale Michelangelo a Firenze, un enorme palco e un esercito di 25mila giovanissimi in delirio. Ieri sera ai Trl Awards, la manifestazione organizzata da MTV che premia i cantanti e le canzoni più popolari degli ultimi dodici mesi, a dominare la scena sono state le star emergenti. Presentati dalla vj Valentina Correani e dagli acclamatissimi rapper milanesi Club Dogo, si sono alternati sul palco il giovane freestyler Emis Killa, la promessa dell'ultimo Sanremo Alessandro Casillo, la trionfatrice diX Factor 5 Francesca Michielin, la nuova icona del pop inglese Conor Maynard, solo per fare alcuni nomi.

Pausini «Wonder Woman» - Tra tutte queste «stelline», a trionfare è stato un totem della musica contemporanea italiana: Laura Pausini. La cantautrice romagnola, tra gli artisti nostrani più apprezzati all'estero, si è portata a casa, sulla base del voto web, il premio più ambito, il «Wonder woman award». Nel corrispettivo maschile, a vestire i panni del supereroe è stato Marco Mengoni, che ha ricevuto il «Superman Award». Nelle altre 8 sezioni da segnalare Emma, che vince l'«Italians do it better» e i Modà incoronati «Best Band». Sorride pure Emis Killa, vincitore del «Best new Generation».

History Awards per i Subsonica - Oltre alla divertente esibizione di Arisa, la kermesse musicale ha visto una massiccia partecipazione del mondo rap, su tutti l'ormai celebre Marracash, Entics e Two Fingers. Ognuno col suo stile, ma tutti uniti nel ricordare Adam Yauch, fondatore dei Beastie Boys e padrino dell'hip hop bianco, scomparso poche ore prima nella «sua» New York. Ad alzare l'età media degli artisti presenti a Firenze sono arrivati i non certo attempati Subsonica, che hanno ricevuto l'«History Awards», il premio alla carriera per i loro quindici anni di grande musica. Tanti i personaggi dello spettacolo che hanno consegnato i riconoscimenti ai vincitori: da segnalare il comico Francesco Mandelli de «I Soliti Idioti», Melissa Satta, Francesco Fioravanti e Nicole Grimaudo.

Pausini: Continuerò a cantare per i miei fan - Laura Pausini è impegnata a Vienna, dove stasera farà tappa il suo «Inedito World Tour» nella prestigiosa cornice della Stadthalle, ma non ha dimenticato il «Wonder Woman Award», il premio che le è stato assegnato ieri sera a Firenze in occasione dei Trl Awards per avere dominato le classifiche musicali dell'anno.
«Ringrazio tutti i miei fans che mi hanno votata in queste settimane come da sempre - ha commentato l'artista, grata ai propri sostenitori -. Io non sarei nulla senza il loro sostegno e il loro affetto, ho iniziato cantando per loro e continuerò a farlo oggi più che mai visto che mi hanno definita proprio una 'wonder woman'».
Dopo 50 milioni di dischi venduti in tutto il mondo e riconoscimenti internazionali, tra cui un Grammy e tre Latin Grammy Awards, finalmente Laura Pausini è stata incoronata anche dal pubblico giovane della televisione musicale italiana: «Grazie ancora a tutti e anche a Mtv - ha aggiunto l'artista - e ai registi dei miei videoclip che grazie a questo canale musicale continuano ad avere un significato importante per comunicare con il pubblico più giovane».