11 maggio 2021
Aggiornato 16:00
L'attore ha ricevuto il titolo dall'Università della Calabria

Laurea honoris causa in filologia per Roberto Benigni

Nel particolare «palmares» del premio Oscar toscano ce ne sono altre tre in Lettere, una in Filosofia, una in Psicologia e una in Arti della comunicazione

COSENZA - E sono otto. Roberto Benigni ha ricevuto questo pomeriggio la sua ottava Laurea honoris causa. A consegnargliela è stata l'Università della Calabria, in occasione dell'inaugurazione del 40esimo anno accademico dell'Ateneo cosentino. Si tratta di una Laurea in filologia moderna, la seconda personale per l'attore in questo campo dopo quella ricevuta nel 2007 dall'Università degli studi di Firenze. Nel particolare «palmares» del premio Oscar toscano ce ne sono altre tre in Lettere, una in Filosofia, una in Psicologia e una in Arti della comunicazione.

Monologo di un'ora per il comico toscano - «Anche Berlusconi ha ricevuto la laurea qua ed ha fatto perdere 3 A ad Arcavacata (il paese dove si trova il campus universitario, in provincia di Cosenza, ndr) - ha scherzato Benigni, facendo riferimento alla laurea in Ingegneria gestionale che l'Unical ha consegnato nel 1991 all'allora presidente Fininvest -. La filologia serve per rendere chiari i testi del passato che sono oscuri. Tra molti anni tradurrà i testi di Bossi e di Di Pietro».
In un Teatro Auditorium colmo all'inverosimile, Benigni ha regalato un monologo di oltre un'ora, ricordando i grandi calabresi come Campanella, Telesio, Rendano, il garibaldino Domenico Mauro e Folco Ruffo. Benigni ha poi concluso la sua orazione interpretando a modo suo l'ultimo canto della Divina Commedia. «L'importante impegno che Benigni ha profuso nell'avvicinare il grande pubblico alla Commedia e ad altri classici» è la motivazione del riconoscimento. «La prossima volta datemi la Laurea in odontoiatria - ha concluso sarcastico l'attore -. Sarei il primo odontoiatra a emettere fattura».