7 dicembre 2019
Aggiornato 12:30

Boldi: «Un ritorno con De Sica? Sarebbe l'idea migliore»

Le delusioni dei cinepanettoni 2011 sono tali da spingere i due comici a meditare un ritorno insieme, sei anni dopo quel «Natale a Miami» che ne decretò la separazione

MILANO - Vacche magre per i cinepanettoni. Il Natale a Cortina di Christian De Sica, regia di Neri Parenti, non ha rispettato le attese, portando nelle sale meno gente del previsto. Non è stato un gran successo neppure Matrimonio a Parigi con Massimo Boldi, diretto da Claudio Risi.
Delusioni tali, insomma, da spingere i due comici a meditare un ritorno insieme, sei anni dopo quel Natale a Miami che ne decretò la separazione. «In queste settimane sto ricevendo su Twitter migliaia di messaggi di fan che vogliono che io e Christian torniamo a lavorare assieme - ha confessato Boldi a Tv Sorrisi e Canzoni -. Inviti accorati di spettatori ai quali mi sento di dare ragione».

L'attore milanese ha visto il film di De Sica, massacrato dalla critica: «Mi è parso un buon prodotto - ha aggiunto Boldi -. Se non è andato bene non mi fa certo piacere, ma credo sia ora di ragionare, se ci sono i presupposti, su un ritorno insieme mio e di Christian. Tutto deve partire da una buona idea e dal presupposto che l'idea migliore, commercialmente parlando, è rimetterci insieme».

Anche De Sica, per la prima volta, si mostra possibilista di fronte all'ipotesi di riformare la storica coppia: «Tornare a lavorare con Massimo? Oggi potremmo fare 'I ragazzi irresistibili' - ha scherzato l'attore romano a Sorrisi -. Il punto è che ci sono contratti da onorare: il mio con Filmauro, il suo con Medusa, e non sono cose così semplici e veloci da risolvere. In ogni caso, se si risolvessero questi problemi, perché no?».