29 novembre 2020
Aggiornato 11:00
Intervista a MAX

Andrew Howe: «Non mollo e non mollerò mai…»

«Se non vali nello sport non fai niente…» e ancora: «Mi piacerebbe un giorno fare politica… Obama? troppa retorica su di lui»

ROMA - Dopo l’ennesimo infortunio di settimana scorsa che lo costringe a saltare i mondiali di Daegu, Andrew Howe intervistato da MAX, in edicola dal 2 agosto, non si abbatte e guarda avanti: «Il tempo che ho perso lo saprò recuperare… non mollo e non mollerò mai… Grinta, determinazione, rabbia. Se non vali, nello sport non fai niente. Ci vorrebbe la stessa meritocrazia anche nella vita e nella politica». Futuro in politica? Forse «Mi piacerebbe un giorno provarci con la politica… contribuire con le mie idee al ricambio generazionale». E su Obama spiega: «Troppa retorica su di lui, il solo fatto che sia nero e figo non vuol dire che faccia le cose per bene. Non si giudica la gente dalla pelle, in ogni senso».

Oltre alla fidanzata Giuseppina, con cui sta da quasi un decennio, e all’atletica, sono tante le passioni del campione di Rieti: «Sono un ragazzo di provincia, mi piace la vita vera stare con gli amici e suonare la batteria con la mia band di alternative rock, i Craiving… ora uscirà il nostro primo album». Il cinema? «Mi sarebbe piaciuto fare l’attore… I miei preferiti sono Joe Pesci e Leonardo Di Caprio. Vorrei interpretare storie serie come Le iene o Amores Perros». La TV? ««Non la seguo granché, soprattutto non amo i reality. Purtroppo i ragazzi vanno troppo dietro a queste fesserie».