15 aprile 2021
Aggiornato 09:30
Musica

Katy Perry con «Last Friday night» sfida Michael Jackson

Solo Jacko piazzò 5 singoli di un album al numero 1 di Billboard

MILANO - Prosegue la scalata al successo planetario di Katy Perry, che, dopo essersi aggiudicata anche in Italia il disco d'oro per «Teenage Dream», l'album pubblicato il 30 agosto 2010 che ha venduto 1.454.000 copie, torna oggi, in radio e in rotazione televisiva, con «Last Friday Night». Il singolo, nel caso raggiungesse il primo posto nella Billboard Hot 100, porterebbe la cantante statunitense ad eguagliare il record di Michael Jackson con cinque singoli dello stesso album in cima alla classifica. L'esuberante pin up americana, inoltre, è la prima artista ad essere stata presente per 52 settimane consecutive (un intero anno) nella famosa top ten.

Per lanciare il video di «Last Friday night» la cantante di Santa Barbara ha sfidato i suoi KatyCats fan attraverso Twitter: se Katy Beth Terry, il suo alter ego tredicenne, un personaggio d'invenzione vittima di bullismo a scuola, fosse diventato in brevissimo tempo un trending topic a livello mondiale, il videoclip sarebbe stato subito diffuso. E così è stato: cinquanta minuti di twitterate e il video, stile party anni '80, ha fatto la sua apparizione registrando ad oggi più di 7 milioni di visualizzazioni.

Il video propone una nutrita schiera di guest star: Debbie Gibson e Corey Feldman, entrambi in voga negli anni '80 come lolita del pop e attore di teen movie, che interpretano mamma e papà di Katy Beth. Poi il sassofonista Kenny G, gli Hanson, Kevin McHale e Darren Criss, protagonisti della fortunatissima serie «Glee». Nel videoclip la Perry mostra il seno e vomita: per questo in Inghilterra non è mai andato in onda prima delle 21.