23 maggio 2022
Aggiornato 16:30
A Cannes Italia fuori dai giochi

Palma d'oro a «The Tree of Life»

Premiato il regista americano Malick. A mani vuote Moretti e Sorrentino

CANNES - «The Tree of Life» (L'albero della vita) del regista statunitense, Terrence Malick, 67 anni, ha vinto la Palma d'oro al 64mo Festival del cinema di Cannes. Il premio è stato consegnato a Bill Pohlad, uno dei produttori del film, per l'assenza del «discreto» cineasta, allergico ai tappeti rossi, al punto da non essere stato mai fotografato negli ultimi trenta anni. «E' difficile prendere il posto di un gigante», ha spiegato il produttore, sottolineando di aver parlato nel corso della giornata a Malick «notoriamente timidio, discreto e umile» ma «molto felice».

«The tree of Life», il quinto film di Malick, racconta la storia di una famiglia americana del Texas negli anni Cinquanta, con un padre padrone (Brad Pitt) assetato di religione e allo stesso tempo «oppressore» e una madre tenera, amante generosa (Jessica Chastain) che tenta di imprimere fiducia ai suoi tre figli.

Tra gli altri principali riconoscimenti, il premio per il migliore attore è andato al francese, Jean Dujardin, con il film «The Artist», in bianco e nero, del regista Michel Hazanavicius. L'attrice statunitense Kirsten Dunst, 29 anni, protagonista di «Melancholia» di Lars Von Trier, si è imposta per la migliore interpretazione femminile. Il film «Polisse» della regista-attrice francese Maiwenn Le Besco, ha vinto il premio della Giuria. Fuori dai giochi i due italiani, Nanni Moretti con «Habemus Papam», e Paolo Sorrentino con «This must be the Place» che tornano in Italia a mani vuote.