11 maggio 2021
Aggiornato 15:30
Cinema italiano

Benigni: auguri a Zalone, spero duri più di me

Valerio Staffelli ha consegnato il Tapiro d'oro all'attore toscano: «La categoria è quella dei comici quindi mi sento sempre dentro»

ROMA - «Faccio gli auguri a Checco Zalone e speriamo che duri molto più di me. Tra l'altro, la categoria è quella dei comici, quindi mi avvalgo della facoltà di essere sempre dentro, è parte anche di me. Siamo tutti insieme, no?». E' quanto commenta Roberto Benigni ai microfoni di Striscia la notizia il sorpasso del suo film Premio Oscar La vita è bella con Che bella giornata di Checco Zalone nella vetta della classifica dei film con i maggiori incassi di sempre.

A Benigni Valerio Staffelli ha consegnato il Tapiro d'oro, in onda nella puntata di domani. Intercettato a Roma, l'attore e regista toscano dichiara: «La vita è bella aveva superato La dolce vita, Ultimo tango a Parigi, Per un pugno di dollari, quindi c'è sempre qualcuno che... più avanti si va... Il biglietto ora costa almeno 60 volte in più rispetto a una volta. Io devo ancora andare a vedere Zalone, mancano i miei 7 euro, tanto per cominciare». Valerio Staffelli chiede a Benigni se ha colto una vena d'ironia nella frase con cui Zalone ha commentato il suo record («Chiedo scusa al maestro Benigni. Quando a Hollywood si rincoglioniranno e mi daranno tre Oscar, allora si potrà dire che l'ho superato«). Benigni nega questa ipotesi e commenta: «È simpatico. I comici non sono cattivi, sono sacri, sono la scintilla divina, come diceva Goethe, lo scrittore tedesco che era originario della Puglia... per fare un omaggio a Zalone».