9 dicembre 2019
Aggiornato 22:00

Brandon Boyd debutta come solista

Dal 6 luglio sarà disponibile il suo album dal titolo «The wild trapeze». L'artista sta anche per lavorare a un nuovo album da studio insieme agli Incubus

Dal 6 luglio 2010 sarà disponibile, su etichetta Epic Records, il primo album solista di Brandon Boyd, cantante degli Incubus, dal titolo The Wild Trapeze.
L'artista ha alle spalle una carriera quasi ventennale insieme agli Incubus: sei album, una manciata di EP e DVD e un album di greatest hits, più volte disco di platino, che riassume il suo percorso artistico come cantante della band.

Sul sito www.thewildtrapeze.com è possibile acquistare un CD in edizione limitata contenente una lettera scritta da Brandon e una T-shirt con un suo disegno realizzato a mano. L’album sarà disponibile in digitale su iTunes dal 13 luglio, in esclusiva per 90 giorni.

«Queste canzoni sono il frutto di un processo molto diverso rispetto a quelli che io e la mia band abbiamo utilizzato per quasi due decenni. The Wild Trapeze è nato mentre gli Incubus erano in tournée: è partito come delle divagazioni alla chitarra acustica sotto effetto di cannabis, per trasformarsi lentamente in cose che all’inizio non avrei mai potuto immaginare», spiega Brandon Boyd. «Buona parte della mia identità, sia a livello personale che creativo, è legata agli Incubus. Purtroppo o per fortuna! E sono fermamente convinto che ogni persona, in ogni angolo del mondo, a un certo punto del viaggio si chiede: ‘Chi sono io… oggi?’. Con The Wild Trapeze ho voluto provare a camminare con le mie gambe».

Per creare un album che lo rispecchiasse veramente e per fare quella che definisce «musica per amore della musica», Brandon si è occupato personalmente di ogni aspetto di The Wild Trapeze. È infatti autore di ogni brano e ha suonato praticamente ogni strumento. Ha inoltre curato l’artwork del disco e diretto il video del brano «Runaway Train» insieme all'apprezzato fotografo Brantley Gutierrez. Quando si è trattato di scegliere il produttore, Brandon non ha potuto pensare che a Dave Fridmann (MGMT, Flaming Lips). Insieme, i due hanno passato gli ultimi mesi a registrare l’album nello stato di New York.

Brandon Boyd sta anche per lavorare a un nuovo album da studio insieme agli Incubus. Il quintetto, di cui fanno parte anche Mike Einziger (chitarra), Ben Kenney (basso), Chris Kilmore (DJ) e José Pasillas (batteria), tornerà in studio verso la fine dell’estate per iniziare a scrivere e incidere un nuovo disco, la cui uscita è prevista orientativamente per il 2011.