19 ottobre 2019
Aggiornato 13:30
Musica & Cantanti

Hallyday fa causa al medico che lo ha operato in Francia

L'obiettivo è di avere il parere di esperti che chiariscano gli errori dell'intervento

PARIGI - Il cantante francese Johnny Hallyday e la moglie Laeticia hanno deciso di avviare «una procedura giudiziaria civile» contro il dottore Stephane Delajoux, che lo ha operato a un'ernia del disco il 26 novembre scorso causandogli delle lesioni gravi, e la clinica parigina di Parc Monceau, dove si è tenuto l'intervento: lo ha annunciato l'agenzia dell'artista. Il caso sarà esaminato lunedì alle 11.

In un comunicato, l'agenzia 96b precisa che «la procedura ha come obiettivo di incaricare da parte della giustizia degli esperti indipendenti che esaminino le circostanze in cui si è svolta l'operazione e se era conforme alle regole della scienza medica». L'avvocato della coppia, Virginie Lappa, ha deciso di integrare nell'azione giudiziaria il concorso del Pr Claude Lienhard.

Questa mattina il produttore di Hallyday, Jean-Claude Camus, ha annunciato che un referto sarà depositato a Parigi per chiedere una valutazione dell'intervento. Finora si rincorrono due versioni: «La prima è che l'operazione fatta a Parigi sia mal riuscita», secondo «l'entourage di Johnny e i medici americani». I dottori che hanno esaminato il cantante per l'assicurazione «pensano che abbia contratto un'infezione durante l'operazione. Toccherà agli esperti chiarire la questione», ha concluso Camus.

Il produttore, che si trova a Los Angeles da martedì, ha detto di avere visto il rocker 66enne «in uno stato incredibilmente soddisfacente»: «E' del tutto cosciente» e ha chiesto di organizzargli presto, cinque Stade de France, non lontano da Parigi, e altrettante esibizioni allo stadio di Bercy.