31 ottobre 2020
Aggiornato 05:30
Dakar

Dakar 2018: la campione Peugeot contro la sfidante Toyota

Nella classifica auto tutti contro l'imbattibile corazzata del Leone, comandata dal 13 volte vincitore Peterhansel. A partire dalla casa giapponese...

LIMA – Nella classifica auto, ai blocchi di partenza della edizione 2018 della maratona, che scatterà da Lima il prossimo sabato 6 gennaio, la squadra favorita d'obbligo sarà una, sempre la stessa: la Peugeot. E non solo perché schiera Mister Dakar, il campione in carica e tredici volte vincitore Stephane Peterhansel, ma anche perché il resto dello squadrone francese appare, almeno sulla carta, altrettanto temibile: al volante delle nuove 3008 Dkr Maxi ci sono anche Sebastien Loeb (recordman di vittorie di tutti i tempi nel Mondiale Rally, con nove titoli iridati), Carlos Sainz (che di Mondiali Rally ne ha in bacheca due) e Cyril Despres (già cinque volte trionfatore tra le moto).

Avversari agguerriti
La lotta più dura che gli sfidanti si troveranno davanti non sarà dunque quella contro i massacranti 272 km di deserto sudamericano, ma contro lo strapotere dimostrato finora dalla casa del Leone. Non che gli altri, però, restino a guardare: in testa la Toyota, che affida la sua Hilux al principe Nasser Al Attiyah e a Giniel De Villiers, già vincitore nel 2009. Senza dimenticare la terza incomoda Mini, che schiera ben due modelli diversi: tre John Cooper Works Buggy (per Mikko Hirvonen, Bryce Menzies e Yazeed Ali-Rajhi) oltre alle quattro Jcw Rally (di Orlando Terranova, Jakub Przygonski, Nani Roma e Boris Garafulic). Lo scontro, dunque, si preannuncia caldo, non solo per la temperatura esterna...