13 novembre 2018
Aggiornato 23:30

Alesi Jr non si ferma più: in Belgio arriva il tris

Terza vittoria stagionale per Giuliano, figlio dell'ex ferrarista Jean e a sua volta alfiere della Ferrari Driver Academy. Sul tracciato più impegnativo della stagione, il portacolori del team Trident conquista la testa della corsa già alla partenza e non la cede più per tutto il resto della gara-2
Giuliano Alesi sul gradino più alto del podio a Spa
Giuliano Alesi sul gradino più alto del podio a Spa (Trident)

SPA – Il team Trident e Giuliano Alesi si confermano al vertice della GP3 Series grazie ad un’incontrastata vittoria sul leggendario tracciato di Spa Francorchamps, il più impegnativo della stagione. Sulla pista belga, che come da tradizione fa selezione, accanto alla vittoria del diciassettenne alfiere del Ferrari Driver Academy spicca il terzo posto del newyorkese Ryan Tveter, nuovamente sul podio come già accaduto nel precedente round dell’Hungaroring. Giuliano Alesi, scattato dal secondo posto in griglia, ha artigliato la leadership della manche già alla prima curva. Una volta al comando della corsa, il diciassettenne di Avignone ha mantenuto un ritmo elevatissimo che l’ha mantenuto al riparo dagli attacchi dei suoi inseguitori. Grazie al terzo centro stagionale, Giuliano Alesi balza al quarto posto nella graduatoria di campionato.

I complimenti del boss
«Oggi abbiamo ottenuto un risultato d’indiscusso valore su un tracciato molto selettivo e completo nelle sue caratteristiche – spiega il team principal Giacomo Ricci – Giuliano Alesi ha ribadito il suo valore ottenendo il terzo successo consecutivo grazie ad un ritmo gara impressionante e ad un' ottima strategia. Il lavoro che il diciassettenne francese sta svolgendo all'interno del Ferrari Driver Academy e con il team Trident sta portando ad ottimi risultati. Molto positivo anche il nuovo podio di Ryan Tveter, divenuto una costante nelle primissime posizioni, e il sesto piazzamento consecutivo a punti per Kevin Jörg. Sono invece rammaricato per l’incidente occorso a Dorian Boccolacci, che aveva un potenziale molto elevato. Ora ci concentreremo per preparare al meglio la corsa di casa a Monza, prevista già il prossimo fine settimana».