29 febbraio 2024
Aggiornato 10:00
Calcio

Berlusconi verso il sì alla carica di presidente onorario

Le voci sulla trattativa per la cessione del Milan continuano e si rincorrono, ma il Cavaliere sembra aver già preso una decisione sul suo prossimo ruolo

MILANO - Assemblee, consigli, firme e soprattutto rinvii: la vicenda per la cessione delle quote di maggioranza del Milan prosegue e sembra voler tenere tutti col fiato sospeso fino all’ultimo minuto dell’affare, fino al nero su bianco, o meglio, al nero su rosso apposto in calce dalle due parti, su un fronte gli acquirenti cinesi facenti parte alla Sino Europe Sports, sull’altro Silvio Berlusconi, pronto a lasciare il Milan dopo 31 anni esatti. A proposito del Cavaliere, cosa ne sarà di lui dopo il passaggio di proprietà? La cordata asiatica gli ha già offerto l’incarico di presidente onorario, una volta chiusa la trattativa, un ruolo che Berlusconi sembrava non voler accettare; nelle ultime ore, invece, indiscrezioni e notizie vicine all’attuale presidente affermano che l’ex capo del governo è pronto a dire sì ai cinesi anche su questo: Berlusconi pare aver sciolto ogni remora e dirà sì alla presidenza onoraria del suo Milan, restando, pur con un ruolo meno attivo, all’interno della società che ha reso la più grande d’Europa e del mondo in 25 anni da sogno per i tifosi milanisti.