19 ottobre 2019
Aggiornato 14:30

Nosotti: “Il ritardo aereo potrebbe aiutare il Milan”

Non tutte negative le conseguenze dell’inconveniente avuto dai rossoneri nella partenza per Doha

MILANO - Ha fatto discutere molto il ritardo aereo del Milan verso Doha in vista della Supercoppa Italiana con la partenza rimandata di 24 ore e l’iniziale furia di Adriano Galliani che minacciava addirittura di ritirare la squadra dalla manifestazione qualora ci fosse stato qualche altro ritardo o inconveniente. E invece tutto è filato liscio, il Milan è arrivato a Doha, seppur un giorno dopo la Juventus, e si prepara a sfidare i campioni d’Italia, nonostante le scorie di un viaggio particolare. Ma tutta questa vicenda potrebbe portare addirittura qualche beneficio ai rossoneri, come sottolinea anche Marco Nosotti, storico inviato di Sky Sport e ampio conoscitore dell’ambiente milanista: «E’ stato bravo Galliani a ridimensionare le iniziali dichiarazioni bellicose su un possibile annullamento della Supercoppa - afferma Nosotti - e ha voluto mettere pressione agli organizzatori, denunciando un intoppo non causato dal Milan. Penso anzi che i rossoneri possano trarne vantaggio poiché si sono allenati un giorno in meno al caldo torrido asiatico e un giorno in più al fresco dell’Italia». Forse non basterà per battere l’invincibile armata bianconera, ma il Milan prova ad attaccarsi anche ai piccoli particolari che possano alla fine fare la differenza.