12 aprile 2024
Aggiornato 19:00
Figlio d'arte

Schumi Jr vince al debutto in monoposto. Pensando a papÓ

Mick Schumacher giÓ al successo nel primo weekend di gara della sua carriera di pilota automobilistico, nel campionato tedesco di Formula 4. La sorella Gina Maria, intanto, ottiene grandi risultati in equitazione

OSCHERSLEBEN – Tutto suo padre. Mick Schumacher, figlio del sette volte campione del mondo Michael, sale sul gradino più alto del podio già al primo weekend di gara della sua carriera in monoposto. Il 16enne ha debuttato sabato nel neonato campionato tedesco di Formula 4 e si è subito aggiudicato la classifica riservata agli undici esordienti, grazie al nono posto assoluto nella prima delle tre manche sul circuito di Oschersleben, oltre al giro più veloce. Al volante della vettura del team Van Amersfoort Racing, Schumi Jr ha rimontato dal diciannovesimo posto in griglia fino a conquistare la prima posizione nella Rookie Cup. Poi, nella terza e ultima gara del fine settimana, disputata domenica pomeriggio, il tedesco ha fatto ancora meglio, conquistando il successo anche nella classifica assoluta, di fronte ad una folla di oltre 20 mila spettatori sulle tribune.

Una carriera partita con il piede giusto
«Sono in estasi, ovviamente – ha dichiarato a caldo – Il mio primo weekend di gara non sarebbe potuto andare meglio. Sono partito bene, perché avevo gomme ancora fresche, ed è andato tutto alla grande di lì in poi, a parte verso la fine quando ho dovuto lottare. Sono davvero contento di questo esordio e non vedo l'ora che arrivino le prossime gare». Mick, dopo essersi laureato vicecampione europeo e mondiale nei kart (dove esordì all'età di sei anni con il cognome della mamma Betsch, nel tentativo di mantenere la riservatezza), ha optato per fare il suo esordio nelle corse in automobile proprio nell'impegnativo campionato propedeutico tedesco, che conta ben 35 giovani talenti al via. Tra i quali, oltre a lui, ci sono anche molti altri figli d'arte, come Harrison Newey, figlio del geniale progettista di Formula 1 Adrian, e il nostro Mattia Drudi, terzo assoluto in gara-1, erede dell'esperto pilota italiano Luca.

E la sorella corre... a cavallo
Sabine Kehm, manager di Mick Schumacher oltre che di papà Michael, non vuole comunque mettere troppe aspettative sulle spalle del promettente giovane pilota: «Per lui è il primo anno in Formula – ricorda – Deve imparare molte cose e fare molte nuove esperienze perché queste corse sono molto diverse dai kart. Ovviamente cercherà sempre di dare il meglio, ma ha anche molto da imparare. Dategli tempo, deve fare un passo per volta. Davvero, è soltanto all'inizio». Anche la sorella Gina Maria, intanto, ha cominciato la sua personale carriera agonistica, ma in tutt'altro sport: l'equitazione. La 17enne ha partecipato questo weekend, ottenendo ottimi risultati, alla finale dell'European Futurity Horse Show nella città tedesca di Kreuth in sella a diversi cavalli. Soddisfazioni meritate per una famiglia ancora alle prese con il dolore dell'incidente sugli sci nelle Alpi francesi che, 16 mesi fa, portò il campione tedesco in un lungo coma. Dal giugno scorso, Schumacher è tornato nella sua casa di Ginevra e il suo stato di salute durante la riabilitazione continua ad essere coperto dal più stretto riserbo.