16 settembre 2019
Aggiornato 02:00
Canottaggio

A Genova il primo polo federale periferico del canottaggio

A Palazzo Tursi, sede del Comune, è stata siglata oggi una convenzione tra il presidente della Federazione Italiana Canottaggio, Giuseppe Abbagnale ed il presidente dell'associazione Prà Viva, Ginetto Parodi, in base alla quale l'impianto di Prà diventerà ufficialmente il primo polo federale periferico di canottaggio nel nostro Paese.

GENOVA - Nasce a Genova il primo polo federale periferico del canottaggio italiano. A Palazzo Tursi, sede del Comune, è stata siglata oggi una convenzione tra il presidente della Federazione Italiana Canottaggio, Giuseppe Abbagnale ed il presidente dell'associazione Prà Viva, Ginetto Parodi, in base alla quale l'impianto di Prà diventerà ufficialmente il primo polo federale periferico di canottaggio nel nostro Paese.

Il progetto sarà poi replicato in tutta Italia
L'obiettivo della convenzione, alla cui firma era presente anche il sindaco di Genova, Marco Doria, è quello di valorizzare l'attività remiera nella fascia di rispetto di Prà e sfruttare al meglio le straordinarie potenzialità del campo di regata che nel 2002 aveva ospitato i Mondiali Under 23 di canottaggio.
All'interno dell'impianto la nazionale di canottaggio e le società remiere liguri avranno i loro spazi per le attrezzature tecniche e le imbarcazioni. Il progetto sarà poi replicato in altre parti d'Italia allo scopo di creare nuovi presidi territoriali di sviluppo del canottaggio.