9 dicembre 2019
Aggiornato 14:00

Galatasaray, una donna al posto di Terim?

Gli oneri e gli onori della cronaca «pallonara» potrebbero toccare alla giovane Duygu Erdogan, che secondo fonti vicine alla squadra dovrebbe fare le veci del «santone» di Istanbul, Fatih Terim, squalificato dalla sua federazione per nove turni dopo una lunga sceneggiata e un tentativo di aggressione nei confronti di un arbitro

ISTANBUL - Per la prima volta nella storia del calcio turco una donna potrebbe guidare domenica una formazione di Super Lig. E non si tratta certo di una squadra qualunque, ma del prestigioso Galatasaray, club più blasonato del paese con i suoi 18 titoli nazionali, 14 Coppe di Turchia, 12 Supercoppe, una Coppa Uefa e una Supercoppa. Gli oneri e gli onori della cronaca 'pallonara' potrebbero toccare alla giovane Duygu Erdogan, che secondo fonti vicine alla squadra dovrebbe fare le veci del 'santone' di Istanbul, Fatih Terim, squalificato dalla sua federazione per nove turni dopo una lunga sceneggiata e un tentativo di aggressione nei confronti di un arbitro.

EX CALCIATRICE - Duygu Erdogan, nata nel 1988, è un'ex calciatrice ed ha già allenato le giovanili del Besiktas, altra squadra di Istanbul e terzo incomodo tra Galatasaray e Fenerbache. Duygu non figura tra i primi assistenti di Terim, che sono Hasan Sas e Unit Davala. Entrambi, però, sono stati squalificati rispettivamente per due e un turno, e non potranno sedere in panchina. Con lo staff tecnico decimato, così, potrebbe toccare proprio alla giovane Erdogan guidare Drogba e compagni contro il Kardemir Karabuk, magari potendo contare sull'aiuto e l'esperienza del brasiliano Claudio Taffarel, ex campione del mondo con la sua nazionale e attuale allenatore dei portieri del Galatasaray.