1 agosto 2021
Aggiornato 16:30
Rugby

L'Italia salva la bandiera, Figi sconfitta 24-16

Dopo le due sconfitte contro Argentina a Verona (22-16) e Australia a Firenze (32-14) la vittoria firmata da Mirco Bergamasco con 8 calci piazzati

MODENA - L'Italia ha sconfitto per 24-16 le Isole Figi allo stadio Braglia di Modena nel terzo ed ultimo test-match del novembre internazionale. Nel primo tempo gli azzurri subiscono subito (all'8') la meta di Talemaitoga Taupati (trasformata da Seremaia Bai), vanno a segno 3 volte con Mirco Bergamasco su calcio piazzato (11', 19', 35'), ma ne incassano altrettanti di Bai (24', 27' e 39'), per un parziale che vede gli ospiti andare al riposo avanti sul 16-9. Gli azzurri oltre tutto restano in inferiorità numerica per il cartellino giallo rifilato a Martin Castrogiovanni all'ennesimo (il quinto) fallo di un azzurro in raggruppamento: Italia quindi ridotta in 14 uomini per i primi dieci minuti della ripresa.

La ripresa si apre con un errore di Bai alla piazzola, mentre Bergamasco dall'altra parte infila i pali al 45' e al 52' per il 15-16. L'Italia, nel frattempo, che aveva già perso dopo appena 7' per infortunio la seconda linea Carlo Del Fava (sostituito da Santiago Dellapé), al 50' per un infortunio alla caviglia resta anche senza l'apertura Luciano Orquera (al suo posto Riccardo Bocchino). Al 60' arrivano il sesto centro di Bergamasco e il sorpasso azzurro (18-16), poi Bai al 69' grazia di nuovo l'Italia (che non era riuscita ad andare in meta dopo un lunghissimo possesso nei 22 metri avversari). Bergamasco, quindi, infila altri due calci al 75' e al 79', fa 8 su 8 e chiude definitivamente il conto firmando il 24-16 finale.

Dopo le due sconfitte contro Argentina a Verona (22-16) e Australia a Firenze (32-14), l'Italia del c.t. Nick Mallett salva così la bandiera, chiudendo la finestra internazionale con il minimo sindacale richiesto di una vittoria.