4 agosto 2020
Aggiornato 22:00
Calcio

Mondiali 2018, l'Inghilterra ingaggia il polpo Paul

Il celebre oracolo passa al servizio di sua Maestà l'Inghilterra nel tentativo di aiutare la candidatura nella corsa per i mondiali di calcio del 2018

LONDRA - Il polpo Paul passa al servizio di Sua Maestà l'Inghilterra nel tentativo di aiutare la candidatura nella corsa per i Mondiali di calcio del 2018. Il polpo dell'acquario di Oberhausen, sulle cui origini esiste una disputa fra chi lo ritiene italiano e chi inglese, è diventato famosissimo durante gli ultimi Mondiali sudafricani per avere indovinato tutti i risultati della Germania (comprese le sconfitte contro la Serbia nella prima fase e poi contro la Spagna in semifinale) e poi anche quello della finale, con la vittoria delle Furie Rosse contro l'Olanda.

LE ORIGINI - Secondo la versione ufficiale, l'uovo da cui nacque Paul si schiuse presso il Sea Life Center di Weymouth, in Inghilterra, nel gennaio 2008, per poi essere trasferito in Germania.
Tuttavia, secondo un articolo pubblicato dal Corriere della Sera (che cita a sua volta in maniera generica e senza dare alcuna indicazione precisa, un'intervista rilasciata da Verena Bartsch, istruttrice di Paul, al tedesco Bild am Sonntag), il polpo sarebbe stato pescato da lei stessa nelle acque dell'Isola d'Elba. Paul, che aveva pronosticato anche la sconfitta dell'Inghilterra contro la Germania agli ottavi di finale, è stato ingaggiato in qualità di ambasciatore della candidatura inglese. «E' vissuto in Germania negli ultimi due anni, ma possiamo affermare con certezza che Paul è inglese», ha detto il manager del Weymouth Sea Life Center, Nicola Hamilton. «Abbiamo avuto diverse richieste da tutto il mondo del calcio, ma Paul torna a casa sua».

PAUL NON FARÀ PRONOSTICI - Ovviamente abbinare il polpo Paul alla candidatura inglese porterà un notevole riscontro pubblicitario, che potrebbe quindi risultare indigesto alle grandi rivali verso la corsa ai Mondiali del 2018, Stati Uniti, Russia, Belgio/Olanda e Spagna/Portogallo. La Fifa designerà in dicembre le sedi per i Mondiali del 2018 e del 2022. Paul non farà però pronostici, visto che si è ufficialmente ritirato come oracolo dopo la finale dei Mondiali sudafricani.