18 gennaio 2020
Aggiornato 10:00
Sport

Rodeo Usa cavalca la crisi, pubblico aumenta anche in recessione

Aria fresca, prezzi bassi e le stelle dello spettacolo sedute accanto. Sugli spalti +12%: «Crescita fenomenale»

Mesquite (Usa) - Aria fresca, prezzi bassi e le stelle dello spettacolo sedute accanto, pronte con un sorriso ed una penna a fare un autografo. Non stupisce che la grande maggioranza dei rodei negli Stati Uniti viva un periodo fiorente. Anche se alcuni sponsor si sono allontanati e una manciata di rodei hanno chiuso i battenti questa estate, la partecipazione di pubblico a questi eventi sportivi ha subito in generale un aumento del 12 per cento nei due circuiti principali, la Pro Rodeo Cowboys Association (PRCA) e la Professional Bull Riders (PBR).

E' un fatto storico che questa disciplina abbia un'impennata nei periodi di crisi economica, come ha ricordato il commissioner della PRCA Kral Stressman, ma questo aumento è ancora più piacevole con la recessione che abbiamo da un paio di anni. «Abbiamo avuto una crescita costante negli ultimi 20 anni, ma quest'anno la crescita è stata fenomenale» ha detto Stressman.

Sulla stessa linea d'onda anche Randy Bernard, direttore generale dell'associazione dei 'cowboy': «Sono piacevolmente sorpreso per quello che sto vedendo». Alcuni fattori hanno reso possibile questo incremento, primo fra tutti il fatto che la gente fa sempre più spesso le vacanze vicino casa. Questa gente ha bisogno di essere intrattenuta e per loro c'è la scoperta, o meglio la riscoperta del «più grande spettacolo sulla terra».

Altro fattore anche i biglietti a prezzi popolari, circa dieci dollari di media per la maggior parte dei rodei, compresi quelli che prevedono concerti e pernottamento. Gli show sono più che un paio di ore di azione, di uomini (o donne) contro tori e cavalli. Le regole sono semplici ed anche il più irrequieto dei bambini si lascia affascinare dallo spettacolo.

Ancora, il rodeo è una possibilità di uno spettacolo reale, di veri cowboy con nomi come Cody e Bo, che vengono da luoghi come Crooked Creek and Mingus, posti rurali, ragazzi che posano sempre per una foto quando qualcuno glielo chiede. «Le persone che vivono nelle zone rurali naturalmente vengono perchè è il loro sport preferito. Per la gente che vive in città è una possibilità di vedere dal vivo uno spaccato di storia americana che viene dal lavoro quotidiano dei ranch» ha concluso Andy Stewart, che passa più di 10 mesi all'anno viaggiando per i vari stati come annunciatore della Smith Pro Rodeos.