20 ottobre 2020
Aggiornato 08:00
Avocado e banane fanno bene al cuore

Banane e avocado proteggono da malattie cardiache, infarto e ictus

Mangiare banane e avocado protegge dalle malattie cardiovascolari. Lo dimostra un nuovo studio in cui si è scoperto che i frutti possono prevenire e impedire l’indurimento delle arterie, o arteriosclerosi, che può causare la morte

STATI UNITI – In questi giorni si molto parlato della ‘dieta dell’avocado’ e dei suoi benefici. E ora un nuovo studio ora conferma che mangiare avocado e banane protegge dal rischio di malattie cardiovascolari e cardiache, impedendo l’indurimento delle arterie – noto come arteriosclerosi – che è un noto fattore di rischio per infarto e ictus. Nel loro studio, i ricercatori dell’Alabama University hanno scoperto che la buona quantità di potassio contenuta nei due frutti è in grado di ridurre la calcificazione vascolare, che è una complicazione comune a malattie come quelle cardiache, cardiovascolari e del rene.

La calcificazione
Il processo di calcificazione avviene quando il minerale calcio si sviluppa nei tessuti del corpo, nei vasi sanguigni o negli organi. Un accumulo di calcio può indurire le arterie e disturbare i regolari processi dell’organismo. Ma i ricercatori hanno trovato che una dieta ricca di potassio riduce questo dannoso processo che porta all’arteriosclerosi. La rigidità delle arterie, si sa, influenza quanto duramente il cuore deve lavorare per pompare il sangue attraverso il corpo. «I risultati – ha commentato il dottor Paul Sanders, professore presso l’Università dell’Alabama – hanno un importante potenziale di traslazione, dal momento che dimostrano il beneficio di un’adeguata integrazione di potassio sulla prevenzione della calcificazione vascolare nei topi con aterosclerosi e per contro l’effetto negativo della scarsa assunzione di potassio».

Lo studio
Per questo studio il team di ricerca ha analizzato un gruppo topi a rischio di malattie cardiache quando alimentato con una dieta ad alto contenuto di grassi. Ai modelli sono poi stati somministrati tre differenti livelli di potassio: basso, normale o elevato. I risultati dello studio, pubblicato nella rivista JCI Insight, hanno rivelato che le arterie dei topi nutriti con una dieta a basso contenuto di potassio sono diventate notevolmente più dure, mentre quelli alimentati con la dieta che comprendeva elevati livelli di potassio presentavano un sostanziale ridotto indurimento delle arterie. Oltre a ciò, i topi alimentati con il potassio hanno anche visto ridursi la rigidità dell’aorta, che è l’arteria principale del corpo.
Secondo il dottor Sanders e colleghi, i livelli di potassio nel sangue possono favorire o impedire l’espressione dei geni che mantengono la flessibilità delle arterie. In conclusione, i ricercatori ritengono che i risultati di questo studio forniscono anche nuovi obiettivi per potenziali terapie per prevenire o trattare la calcificazione vascolare aterosclerotica e la rigidità arteriosa. E gli esperti consigliano di aggiungere alla propria dieta alimenti ricchi di potassio proprio come avocado e banane.