21 settembre 2020
Aggiornato 18:00
Una partita di salsiccia di suino contenenti frammenti metallici

Salsiccia con pezzetti di metallo. Ritirata all’Esselunga

Vaschette preconfezionate di salsiccia di suino sono state ritirate dalla vendita nei supermercati Esselunga, dopo che era stata segnalata la presenza all’interno di frammenti metallici. L’avviso ai consumatori

ROMA – La salsiccia di suino è ricca di ferro, ma non per sua natura. Lo è in particolare quella di una partita messa in vendita e poi ritirata nei supermercati Esselunga. Il provvedimento giunge dopo che erano stata segnalata la presenza di frammenti metallici nelle confezioni dell’insaccato.

Il prodotto incriminato
Il prodotto sotto accuse è la salsiccia fresca di puro suino a macina grossa. È in confezione vaschetta, chiusa dal film plastico trasparente, dal peso netto 300/400 g circa. La salsiccia è quella prodotta dalla Agricola Tre Valli (soc. coop), che poi viene porzionata e preincartata nei punti vendita Esselunga. La partita a rischio frammenti metallici è quella con data di incartamento dal 12 febbraio 2016 al 23 febbraio 2016.

L’appello ai consumatori
A seguito della segnalazione e del ritiro dal commercio, l’Esselunga sul proprio sito lancia l’appello ai consumatori che avessero già acquistato la salsiccia. «La preghiamo pertanto qualora Lei fosse in possesso di una delle suddette confezioni di non consumare il prodotto, ma di riportarlo al punto vendita ove Le sarà rimborsato. Scusandoci per il disagio ringraziamo per la collaborazione. Per ulteriori informazioni contatti il numero di telefono di AIA 045/8794111». Se qualcuno possiede questa partita di salsiccia è bene che non la consumi, ma la riporti al punto vendita.