11 dicembre 2019
Aggiornato 17:00
usare il talco nell’igiene femminile mette a rischio cancro

L’uso del talco in polvere legato al cancro ovarico

L’utilizzo del talco in polvere nell’igiene intima femminile è stato trovato essere collegato a una più alta incidenza di cancro alle ovaie. Il caso di una ricercatrice che ha scoperto per caso la possibile causa del suo male

CALIFORNIA – La dott.ssa Deane Berg, 49 anni, nonostante la sua lunga carriera come medico non sapeva nulla del cancro ovarico, fin quando non le dovettero asportare le ovaie per via di un carcinoma allo stadio III. A seguito di questo drammatico evento, la ricercatrice ha iniziato uno studio per esaminare quali fossero i fattori di rischio per questo genere di cancro. La prima analisi di 20 studi ha rivelato che le donne che hanno usato regolarmente talco in polvere per l’igiene femminile, avevano tassi di cancro ovarico superiori alla media.

UN’ABITUDINE COMUNE – Per la dott.ssa Berg, come per altri milioni di donne, era abitudine comune quella di spolverare con il talco gli indumenti intimi, le zone intime e anche altre dove la sudorazione è maggiore. Ecco perché, lei come altre, è rimasta stupita dall’apprendere che questa pratica potrebbe essere dannosa per la salute.

UNA QUETIONE APERTA – Quella del collegamento tra il talco in polvere e il rischio di cancro è una questione tutt’ora aperta. I numerosi studi a tema non sono giunti a una conclusione definitiva: c’è quello che condanna il talco e c’è quello che lo assolve. Altri hanno indicato come possibile colpevole una contaminazione da amianto delle cave da cui si estrae il minerale. Tuttavia, nulla è ancora certo. Quello che si sa è che, stranamente, i casi di carcinoma delle ovaie sono più alti proprio tra le donne che fanno, o hanno fatto, uso di talco in polvere. La dott.ssa Berg, che nel frattempo ha fatto causa a una nota marca di talco in polvere, paventando il pericolo si domanda: «Perché le donne non sono messe in guardia al riguardo?». Già, perché?