16 settembre 2019
Aggiornato 12:30
Metalli pesanti e salute

Sempre più mercurio nei mari, sempre più sulle nostre tavole

I livelli di mercurio in mari e oceani è in costante preoccupante aumento. I pesci ne sono sempre più contaminati, e sono proprio quelli che portiamo in tavola e ci mangiamo

STATI UNITI – Dagli scienziati statunitensi giunge il monito: i livelli di mercurio in mari e oceani continuano ad aumentare, anziché diminuire. Questo non fa altro che contaminare e danneggiare i pesci, molti dei quali poi portiamo in tavola e ci mangiamo. E i danni alla salute da mercurio sono piuttosto seri.

SARÀ COSÌ PIENO DI GIOIA, AMORE, SORRISI E MERCURIO – Il titoletto in realtà è uno degli slogan di una Campagna a opera di Sierra Club, la più grande organizzazione ambientale degli Usa, per sensibilizzare sui rischi connessi all’assorbimento di mercurio durante la gravidanza – tra cui danni al sistema nervoso e cerebrali irreversibili.

TOSSICO PER TUTTI – La neurotossicità del mercurio è nota: difatti colpisce principalmente il sistema nervoso centrale e periferico. Ma intacca anche la salute di cuore, reni e sistema immunitario. I danni possono esser permanenti e manifestarsi anche dopo 60 giorni dopo averlo ingerito – o anche solo inalato o toccato. Si può anche arrivare alla morte.

TONNO E NON SOLO – Secondo lo studio condotto dal dott. Paul Drevnick e appena pubblicato su Environmental Toxicology & Chemistry analysis, solo nel tonno oceanico si è rilevata una concentrazione di mercurio che aumenta del 3,8% all’anno. Un trend per porterà al raddoppio delle concentrazioni attuali entro il 2050. «[…] Ciò conferma che i livelli di mercurio nel pesce in mare aperto sono sensibili alle emissioni di mercurio», sottolinea Drevnick. La contaminazione riguarda tutti i pesci e non solo il tonno. La causa di una maggiore o minore concentrazione nelle carni è unicamente la catena alimentare: più un pesce è in cima più ne accumula, dato che si mangia gli altri pesci che già contengono mercurio. Mangiare pesce potrà anche fare bene, ma se ci mangiano anche il mercurio…