15 novembre 2019
Aggiornato 19:30
Lo suggerisce uno studio

Il legame alimentazione-salute valido anche per il cervello

I ragazzi che hanno migliorato la qualità della loro dieta nei due anni di durata dello studio hanno anche registrato miglioramenti dello stato psicologico

ROMA - Mangiare bene è importante per garantire, oltre alla salute fisica, anche quella mentale. Lo suggerisce uno studio apparso su PLoS One in cui un gruppo di ricercatori guidato da Felice Jacka della Deakin University di Geelong (Australia) ha dimostrato che i cambiamenti nella qualità dell'alimentazione degli adolescenti sono associati a variazioni della salute mentale. Gli autori della ricerca hanno esaminato i questionari compilati da 3000 adolescenti australiani, in cui davano informazioni riguardo alla loro alimentazione e al loro stato psicologico. Ne è risultato che i ragazzi che hanno migliorato la qualità della loro dieta nei due anni di durata dello studio hanno anche registrato miglioramenti dello stato psicologico, mentre il peggioramento dell'alimentazione è corrisposto a un declino della salute mentale.
«Abbiamo scoperto che la qualità della dieta e la salute mentale sono collegate - spiega Jacka -. Tre quarti delle malattie psichiatriche si manifestano prima dei 25 anni, e l'età media di insorgenza della depressione è 13 anni. Assicurandosi che la dieta degli adolescenti sia abbastanza nutriente, potrebbe essere possibile prevenire alcuni casi di depressione».