28 febbraio 2020
Aggiornato 07:30
Salute

Blitz dei Nas in 441 case di cura: 4 sequestrate, 125 denunce

Operazione in tutta Italia in vista della Pasqua

ROMA - Centinaia di controlli dei carabinieri dei Nas in tutta Italia nelle case di riposo in vista delle festività pasquali. I militari dei 38 Nas dislocati sul territorio nazionale, in accordo con il Ministero della Salute, hanno condotto un servizio di controllo e monitoraggio sulle strutture ricettive per anziani, verificando le autorizzazioni ed il rispetto delle prescrizioni, la sussistenza dei requisiti igienico sanitari, le condizioni di degenza degli ospiti, la corretta conservazione di cibi e farmaci, nonché la regolarità delle figure professionali (medici e infermieri) operanti.

Nella scorsa settimana sono state ispezionate 441 attività, 107 delle quali (22 ubicate al Nord, 50 al Centro e 35 al Sud Italia) sono risultate non in regola con le normative di settore. A 4 di queste (due nel Nord e due nel Sud Italia) i carabinieri hanno posto i sigilli, in quanto abusive e prive di certificazione di abitabilità. Cinquanta ospiti, tra cui molti non autosufficienti, sono stati trasferiti presso altri complessi assistenziali. Inoltre, sono stati rilevati anche casi di assenza o presenza non adeguata di personale medico, infermieristico ed ausiliario e sequestrate diverse confezioni di farmaci scaduti e/o di provenienza ospedaliera, nonché decine di chili di alimenti privi di rintracciabilità.

Nel complesso, sono state rilevate 188 violazioni: 125 tra titolari ed operatori sono stati segnalati alle autorità giudiziarie, amministrative e sanitarie. Tra questi, sono stati denunciati 4 'falsi' infermieri per esercizio abusivo della professione sanitaria.