28 settembre 2022
Aggiornato 19:00
Stress & Estetica

Come riparare i danni estetici dello stress

Come recuperare in fretta un aspetto gradevole. Lo spiega un medico estetico

Stress. Non c’è dubbio che sia una delle parole più abusate. Tutti oggi parlano di stress ed a furia di sentirsi dire da clienti ed amici «Mi sento stressato», Anadela Serra Visconti, medico estetico, nota al pubblico televisivo di «Uno mattina» per i suoi interventi, ha dedicato un libro all’argomento, spiegando che se la parola stress è di moda, lo stress non è una moda.

«E’ una realtà ben precisa che interessa le funzioni di tutto il nostro organismo, dalla pelle al cervello, al sistema immunitario. Ecco perché se ne occupa anche la medicina estetica che è prima di tutto una medicina del benessere e una medicina preventiva: guardarsi fuori, ma anche guardarsi dentro. Riposare male, mangiare male, non fare attività fisica, non rilassarsi mai, non dedicare mai un momento solo per sé stessi, sono tutti comportamenti che finiscono per alterare il nostro sistema ormonale e immunitario, influenzando non solo il nostro umore, ma anche il nostro aspetto estetico, a cominciare dalla pelle che appare più spenta del solito. Senza dire che la cute perde elasticità, aumentano le occhiaie, appaiono più rughe, si infiacchisce il tono dei muscoli facciali». Ed allora Anadela Serra Visconti suggerisce i piccoli accorgimenti per recuperare in tempi brevi un aspetto gradevole. Ve li sottoponiamo dal momento che nel week-end si ha più tempo da dedicare alla propria persona.

A) Ricorrere, in primis, ad una maschera per il viso. Ne troviamo tante in commercio a effetto «urto» a base di collagene, elastina, acido jaluronico e vitamine.Agiscono iperidratando la pelle che assume subito un aspetto più compatto. Devono essere lasciate sul viso per circa 30-40 minuti (l’ideale è applicarle durante il bagno, si ottiene così un doppio relax e migliore assorbimento cutaneo dei principi attivi) Dopo la maschera possiamo applicare una fiala a base di acido jaluronico e aminoacidi con effetto idratante e tensore.

MASCHERE FRESCHE
Possiamo realizzare ottime maschere fresche usando come base lo yogurt intero, cui possiamo aggiungere un cucchiaio di miele per favorire l’idratazione cutanea e in più, a seconda dei casi: un cucchiaio di argilla (pelle grassa) , un cucchiaio di succo di mirtilli (couperose), un cucchiaio di olio di jojoba (pelle secca), una pillola di vitamina E oleosa, forando e spremendo la pillola (rughe), due cucchiai di succo di limone, ricco di vitamina C (anti-aging), un cucchiaio di succo di aloe (pelle sensibile). Lo yogurt agisce idratando la pelle e levigandola, grazie all’acido lattico e ai fermenti vivi. Lasciare agire la maschera su viso e collo per trenta minuti.

B) Applichiamo creme potenziate con protobiotici, DMAE, melatonina, succo di aloe, acido lipoico, vitamina E. Oggi troviamo sia in farmacia che in erboristeria, veri e propri cosmetici anti-stress per il viso: creme da giorno e da notte, contorno-occhi, diversi tipi di latte detergente, tonici, maschere e sieri a effetto urto. L’effetto anti-stress è dovuto a due recenti innovazioni cosmetologiche che possiamo definire rivoluzionarie: l’utilizzo di probiotici-ovvero l’uso di miliardi di fermenti lattici buoni applicati direttamente sulla pelle e l’uso di una particolare sostanza estratta dal salmone: il DMAE. I probiotici: così come il nostro intestino trae beneficio dai cibi probiotici (yogurt e bevande con bacilli vivi) anche la nostra pelle per rimanere giovane trae beneficio dall’applicazione di particolari batteri sulla sua superficie. I probiotici, base di alcune creme anti-aging, usati in cosmetica migliorano la microflora protettiva propria della pelle, riportano sulla superficie cutanea il giusto grado di acidità (il Ph) e soprattutto stimolano la formazione di particolari sostanze endogene, le ceramidi, che rendono la pelle più compatta. Il DMAE sta per dimetilaminoetanolo: è una sostanza presente nel pesce (in particolare nel salmone, nelle aringhe e nelle sardine) ma che attualmente viene sintetizzata anche in laboratorio. Ha un’azione efficacissima e immediata ed ecco perché attualmente viene inclusa nei preparati e nelle creme antirughe e anti-aging di nuova generazione. Oltre ad essere un ottimo antiossidante, agisce sull’aceticolina delle fibre muscolari: tonifica immediatamente la pelle e la muscolatura del viso, dando un visibile effetto lifting subito dopo l’applicazione.
La melatonina è un forte antiossidante: agisce come antietà e anti-stress per la pelle.
Il succo di aloe è lenitivo e fortemente idratante grazie ad un suo particolare zucchero, l’acemannano che dà turgore alla pelle.
L’acido lipoico: è il più potente antiradicalico che si conosca (viene dato anche come integratore per bocca) ha effetto energizzante sulle cellule.

C) Un po’ di ginnastica facciale, il facial fitness. C’è un miniattrezzo (made in Usa e approvato dalla Food&Drug Administration) per il viso e per il collo, da usare a casa, in ufficio o da mettere in borsetta: il tutto per contrastare il rilassamento dei muscoli mimici. Questo piccolo dispositivo per la ginnastica facciale è leggero e facile da utilizzare. Si applica alle commessure labiali e funziona come una molla: noi dobbiamo contrarre le labbra ripetutamente e ritmicamente. E’ consigliato esercitarsi per 2 minuti al giorno (più ci si allena e più si possono applicare microelastci più resistenti) davanti allo specchio. Tonifica e modella l’ovale del viso, tonifica il collo e combatte il doppio-mento fa risalire gli zigomi e ringiovanisce le labbra.L’esercizio migliora la microcircolazione e l’ossigenazione del viso e naturalmente, è anche un ottimo anti-stress: possiamo anche usarlo per rilassarci quando ci sentiamo particolarmente tesi. E’ un dispositivo farmaceutico: per il corretto uso è sempre consigliabile il parere del proprio medico estetico.