18 dicembre 2018
Aggiornato 18:00

Il maltempo non dà tregua, in Veneto è ancora allerta rossa. Salgono a 17 le vittime

Maltempo senza tregua in gran parte dell'Italia con fenomeni anche intensi in diverse regioni. Bellunese in ginocchio

VENEZIA - Maltempo senza tregua in gran parte dell'Italia con fenomeni anche intensi in diverse regioni. Ai 13 morti registrati nei giorni scorsi, se ne sono aggiunti il primo novembre altri quattro tra Valle d'Aosta e Trentino Alto Adige. Il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di condizioni meteo avverse che prevede il persistere di precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere temporalesco su Emilia-Romagna, Toscana, Lazio, Abruzzo, Umbria e Molise. Vento forte da quadranti meridionali con raffiche di burrasca sul Lazio, specie sui settori costieri. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità.

L'allerta rossa continua
La situazione in Veneto è critica, è stata diramata ancora l'allerta rossa sui bacini montani e pedemontani. Il Bellunese è in ginocchio, ci sono ancora vallate completamente isolate. Il governatore Luca Zaia ha condiviso le immagini di devastazione sui social e ha detto di aver scritto al presidente del Consiglio Giuseppe Conte per chiedere interventi, come il ritardo nel pagamento delle tasse nei territori colpiti.

Nelle altre regioni
Allerta arancione in diversi settori: su Appennino pavese, in Lombardia, sui settori costieri meridionali della Toscana, sull'intero territorio di Umbria, Lazio e Campania, su alcuni settori di Abruzzo, Molise e sui bacini costieri occidentali e centro-meridionali della Sicilia. Allerta gialla su gran parte del resto d'Italia.