Le due vittime sono marito e moglie di 60 e 54 anni

Ponte crollato sulla A14, Delrio nomina commissione per accertare cause e responsabilità

Il Ministro dei Trasporti, Graziano Delrio, ha nominato una commissione di esperti per accertare cause e responsabilità in merito al cedimento del ponte sulla A14 Bologna-Taranto, all'altezza del comune di Camerano, tra Loreto e Ancona.

ANCONA - Il Ministro dei Trasporti, Graziano Delrio, ha nominato una commissione di esperti, coordinata dall'architetto Maria Lucia Conti, per accertare cause e responsabilità in merito al cedimento del ponte sulla A14 Bologna-Taranto, all'altezza del comune di Camerano, tra Loreto e Ancona, che ha causato 2 vittime. La magistratura, dal canto suo, indaga per omicidio colposo plurimo.

Due persone rimaste uccise
Le due persone rimaste uccise nel crollo sono due coniugi di Spinetoli, in provincia di Ascoli Piceno: Emidio Diomedi, di 60 anni e la moglie Antonella Viviani, di 54, sposati da 36 anni. Erano a bordo di questa Nissan Qashqai di colore bianco che stava transitando sotto al ponte, proprio mentre quest'ultimo si è abbattuto sulla carreggiata, rimanendo schiacciata. I due erano diretti all'ospedale di Torrette per una visita di controllo della donna, da poco sottoposta a un intervento chirurgico. Uno dei due figli delle vittime, Daniele Diomedi, è l'ex team manager della squadra di calcio della Sambenedettese.

Viabilità ripresa
I feriti invece sono tre operai romeni, fortunatamente non sono in gravi condizioni. La ditta incaricata da Autostrade per l'Italia dei lavori sul ponte è la Delabech, di Roma. Durante la notte il cavalcavia crollato è stato rimosso e nella mattinata di venerdì 10 marzo la viabilità è gradualmente ripresa.