21 novembre 2019
Aggiornato 03:30
In arresto 5 persone

Rapinavano tabaccherie romane per rubare Gratta e vinci

Compivano furti nelle tabaccherie della Capitale: erano attivi da novembre scorso e avevano messo a segno, nel giro di qualche mese, ben sette colpi tra Monteverde Nuovo e Monte Mario

ROMA - Le immagini parlano chiaro: cinque persone si intrufolano di soppiatto in una attività commerciale e trafugano un bottino davvero speciale, quello dei Gratta e vinci, magari sperando nella fortuna. A vederli in queste riprese delle telecamere di videosorveglianza ricordano «I soliti ignoti»: sono invece cinque stranieri - un egiziano, 3 albanesi e un kosovaro, tutti con precedenti - che entrano di notte in una tabaccheria di Roma per portare via sigarette, valori bollati, ricariche telefoniche, Gratta e vinci e i soldi lasciati nei registratori di cassa.

All'opera dal novembre del 2015
La banda attiva tra Monteverde Nuovo e Monte Mario tra novembre e dicembre 2015 ha messo a segno almeno sette colpi ed è stata ora arrestata dai carabinieri della Stazione Roma Monteverde Nuovo con l'accusa di associazione a delinquere finalizzata al furto.

Bottino da 200mila euro
I cinque arrivavano sul posto anche con un taxi e una volta buio tagliavano la serranda e forzavano la porta d'ingresso della tabaccheria. Secondo i carabinieri, i ladri sono riusciti a rubare articoli di tabaccheria per 200.000 euro. I 5, che provavano anche a incassare i Gratta e vinci vincenti e utilizzavano le sim card rubate per organizzare i colpi, si trovano ora nel carcere di Regina Coeli.