16 settembre 2019
Aggiornato 01:30
Ferrovie

Disagi sulla Torino-Lecce, la Regione ha pronta una soluzione: ecco quale

Dopo i numerosi disagi, arriva la soluzione per ridurre l'impatto della trasformazione dei due Frecciabianca

TORINO - E’ il prolungamento da Bologna a Torino e viceversa di una coppia di treni InterCity della linea adriatica la soluzione ipotizzata da Trenitalia, Regione Piemonte e Agenzia per la mobilità piemontese per ridurre i disagi dovuti alla trasformazione in Frecciarossa dei due Frecciabianca 8807 e 8824 della tratta Torino-Lecce.

L'obiettivo? Ridurre i tempi di viaggio

Questa decisione, assunta da Trenitalia per ridurre i tempi di viaggio fra il capoluogo piemontese e la Puglia, ha infatti provocato l’eliminazione degli unici collegamenti diretti veloci da Alessandria e Asti con l'Emilia-Romagna e le località servite dal Frecciabianca fino a Lecce e la conseguente richiesta dell’assessore ai Trasporti, Francesco Balocco, di individuare delle alternative non penalizzanti per l’utenza. Come rilevato nel corso di un incontro tenutosi il 14 gennaio in Regione, questa soluzione dovrà essere condivisa con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, competente sui collegamenti InterCity in quanto committente del contratto con Trenitalia per le tratte di medio-lunga percorrenza sottoposte a obbligo di servizio pubblico.