13 novembre 2019
Aggiornato 18:00
Sicurezza

Ragazza violentata a Reggio Emilia, arrestato un richiedente asilo

L'annuncio dell'identità dell'uomo dato su Facebook dal ministro Salvini. Che promette: «Inaspriremo le leggi, sono troppo deboli»

Matteo Salvini a un sit in delle Forze di Polizia
Matteo Salvini a un sit in delle Forze di Polizia ANSA

REGGIO EMILIA - La Polizia di Stato di Reggio Emilia ha sottoposto a fermo il presunto autore della violenza sessuale consumata domenica notte a Reggio Emilia. Il fermato è stato identificato nella notte al termine di 36 ore ininterrotte di attività investigativa degli uomini della Squadra Mobile, ed è stato bloccato a Reggio Emilia. All'identificazione ed alla cattura del presunto autore del reato, spiegano le forze dell'ordine, «si è giunti grazie alla conoscenza del territorio del personale della Squadra Mobile che ha consentito di individuare il rifugio, di fortuna, del fermato ubicato in un'area campestre isolata».

Salvini su Facebook: «Via i clandestini delinquenti»
Durissimo e deciso il commento su Facebook del ministro dell'Interno, Matteo Salvini: è stato lui a comunicare che il fermato è un richiedente asilo ucraino di 26 anni. «Complimenti alla Polizia di Stato». Poi l'attacco tutto politico: «Per la sinistra la nostra linea sarebbe 'troppo dura'. Sbagliato, inaspriremo leggi troppo deboli: VIA dall’Italia i clandestini delinquenti, VIA ogni forma di protezione a chi si macchia di questi reati schifosi!».