24 giugno 2021
Aggiornato 03:01
Governo

Consultazioni al Quirinale: Meloni, "Partire dal centrodestra"

Nel giro delle consultazioni, l'ultimo gruppo ricevuto oggi dal Presidente della Repubblica è stato quello guidato da Giorgia Meloni. Battuta contro la Raggi: "Sarei venuta in autobus, ma il sindaco li ha tagliati"

ROMA - "Se si vuole rispettare la volonta' popolare non si puo' che partire dal centrodestra" sono state le parole di Giorgia Meloni al termine dell'incontro con Sergio Mattarella. "Fratelli d'Italia - ha proseguito - farà del suo meglio per dare all'Italia un governo in tempi rapidi.  Spetta al centrodestra tentare di formare il governo, un governo che abbia come guida Matteo Salvini, segretario del partito che ha preso più voti nella coalizione». Poi, la leader di Fdi, ha aggiunto: "Non siamo disponibili a far parte di un governo che non abbia dentro il centrodestra compatto, non accettiamo veti. Sento parlare di un contratto, ma e' chi ha vinto che deve proporre un contratto, non chi e' arrivato secondo".

"Disponibili a costruire una maggioranza"
Giorgia Meloni ha poi sottolineato: "Fratelli d'Italia e' disponibile a costruire una maggioranza con chi vorra' attorno a un governo con la guida del centrodestra. A Mttarella abbiamo anche sottolineato cosa non siamo disposti a fare: siamo indisponibili a sostenere alcun governicchio con la scusa della legge elettorale. Abbiamo già avuto governi che sono nati con la scusa della legge elettorale, che si sono occupati di tutto per anni e della legge elettorale per tre giorni e l'hanno pure fatta male. Piuttosto che un altro governo Gentiloni preferiamo tornare alle urne".

"Cambiare la legge elettorale"
"Sarei venuta con l'autobus, ma siccome la Raggi ha tagliato le corse, non passano" ha dichiarato la leader di Fratelli d'Italia mentre arrivava al Quirinale. Al termine dell'incontro, Giorgia Meloni è tornata a ribadire la necessità di una nuova legge elettorale: "Fratelli d'Italia ha chiesto, depositando una richiesta a Montecitorio, di modificarla con l'introduzione del premio di maggioranza, chiedendo al presidente della Camera Roberto Fico di mettere questo provvedimento tra quelli da discutere con più urgenza. E' un'iniziativa di Fratelli d'Italia, perché in passato non abbiamo sempre condiviso con gli alleati l'idea del premio di maggioranza, ha spiegato Meloni, augurandosi che il provvedimento possa essere condiviso da tutti, non solo nel centrodestra.