22 novembre 2018
Aggiornato 11:30

Macerata, al corteo antirazzista cori inneggianti alle Foibe

Durante la pur pacifica manifestazione antirazzista e antifascista di Macerata, si è potuto sentire qualche coro inneggiante alle Foibe
Uno striscione del corteo di Macerata.
Uno striscione del corteo di Macerata. (ANSA / MASSIMO PERCOSSI)

MACERATA - Durante la pur pacifica manifestazione antirazzista e antifascista di Macerata, si è potuto sentire qualche coro inneggiante alle Foibe, tragedia a cui oggi è dedicato il Giorno del Ricordo. Cori che la presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, ha duramente condannato: «Sono scandalosi - ha detto -, calpestano morti innocenti e tradiscono gli ideali della Resistenza». Serracchiani oggi ha parecipato alle celebrazioni del Giorno del Ricordo alla Foiba di Basovizza.

La condanna di Serracchiani
Per la presidente del Fvg «è agghiacciante che, proprio nel Giorno del Ricordo, qualcuno abbia il coraggio di esibire approvazione per un massacro. L'antifascismo su cui si fonda la nostra Repubblica è democrazia e tolleranza, non violenza cieca e furore ideologico»«Da presidente di una Regione che ha sofferto in carne e sangue la tragedia delle foibe e dell'esodo - ha sottolineato Serracchiani - condanno fermamente queste manifestazioni incompatibili con i principi della Costituzione».